In caso contrario, le disposizioni medesime, sarebbero da disapplicare. Giovanni Passaro, Pasquale Salemme. Share This. Il ricorrente aveva dedotto in giudizio di non aver fruito di 222 giorni di ferie, al momento della cessazione del rapporto di lavoro, a causa delle patologie di cui era affetto. (29) Regio Decreto 30 gennaio 1941, n. 12. Dall’analisi della sentenza de qua, se ne deduce che: • Il datore di lavoro ha l’onere di creare le condizioni affinché i dipendenti possano fruire delle ferie, invitandoli, ma non obbligandoli, se necessario anche formalmente, a chiedere il beneficio; • Il dipendente deve rendersi parte diligente, avanzando richiesta di fruizione del congedo ordinario; • Il congedo ordinario deve essere fruito nel corso dell’anno di riferimento e non oltre il periodo di riporto, tranne che per motivate esigenze di servizio e per obiettive esigenze personali, comunque difficili da giustificare, per periodi di riporto così lunghi (18 mesi), come quelli previsti per le Forze di polizia; • In assenza dei presupposti giustificativi, decorso il periodo di riporto, il congedo si perde, anche in costanza di rapporto di lavoro; di ciò, il datore di lavoro deve avvisare il dipendente. Una recentissima sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Valle D’Aosta affronta la questione del congedo ordinario non fruito dal personale e dichiarato dall’Amministrazione non più fruibile da parte del dipendente. La Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento Funzione Pubblica, conclude quindi affermando che dal divieto posto dal comma 8 dell’art. numero 54789003 intestato a: POLIZIA PENITENZIARIA Società Giustizia e Sicurezza via Trionfale 79/A - 00136 Roma, specificando l'indirizzo completo Poliziotti penitenziari eroi silenziosi, Salvini: “Carceri piene? I permessi per le 150 ore annue. tar puglia: polizia congedo ordinario non fruito diritto a monetizzazione €L’art. L’articolo 36 della costituzione stabilisce che il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi. 13 del CCNL sopra citato, ma sarà l’amministrazione, eventualmente, a fissare i termini di fruizione delle stesse in applica- zione dell’art. L’articolo 18, comma 1, del d.P.R. Analizziamo due sentenze che affrontano in maniera dettagliata le situazioni prospettate: la n.02122 del 2012, del TAR di Napoli e la n. 00001 del 2020 del TAR di Aosta. Semmai … avrebbe dovuto essere la stessa Amministrazione a prorogare d’ufficio la decorrenza del collocamento in quiescenza, per consentire al ricorrente di godere del congedo ordinario quale diritto inviolabile del lavoratore” (TAR Sicilia Palermo, Sez. La Direzione Centrale per le Risorse Umane ha trasmesso la circolare datata 28 maggio 2019 concernente la monetizzazione del congedo ordinario maturato e non fruito a causa di sopravvenuta malattia, da parte del personale della Polizia di Stato cessato dal servizio a domanda 18, co. 2, del dpr 164/2002 prevede il rimborso delle spese per il mancato viaggio e soggiorno. Le norme di … Dirigente generale ps.png 497 × 883; 91 KB. Ispettore ps.png 451 × 865; 50 KB. Tale pretesa si rivela però del tutto priva di fondamento. Pertanto, in via ordinaria, l’amministrazione è tenuta ad assicurare il godimento delle ferie ai propri dipendenti, nel rispetto delle scadenze previste dal contratto, attraverso la predisposizione di appositi piani ferie e, in caso di inerzia dei lavoratori o di mancata predisposizione dei piani stessi, anche mediante l’assegnazione d’ufficio delle stesse. Il congedo annuale di solito è pari a 21 giorni. In ogni caso, sarebbe opportuno regolare meglio la materia in sede di rinnovo contrattuale, soprattutto per quanto riguarda il comportamento del dirigente dell’ufficio che dovrebbe documentare in maniera adeguata le esigenze di servizio o gli altri motivi che impediscono al dipendente di fruire del congedo, così come dovrebbe, altresì, intervenire per verificare l’avvenuta fruizione del congedo entro i termini di riporto, disponendolo d’ufficio, qualora si rendesse necessario. Nell’ipotesi di revoca, per indifferibili esigenze di servizio, del congedo ordinario già concesso ma non fruito, l’art. Condividi su. 36 costituzione, comporta che il datore di lavoro, ivi compreso l’ente pubblico, ha l’obbligo di assegnare un periodo di congedo ordinario al dipendente, il quale per parte sua ha il diritto di richiederlo e il dovere di fruirne (4). So che il congedo ordinario deve essere fruito durante l’anno solare (1° gennaio - 31 dicembre) salvo particolari esigenze, mentre quello parentale può essere fruito durante i tre anni successivi alla nascita del figlio e per una durata complessiva di 45 giorni. Nell’avvalorare la non manifesta infondatezza della questione, il giudice rimettente richiama la giurisprudenza comunitaria formatasi sull’art. Agilulfo Bonafede, il Ministro Inesistente, Graduatoria 2851 Vice Sovrintendenti Polizia Penitenziaria, Concorsi Forze di Polizia: nuovi requisiti per limiti di età e titoli di studio, Nuovo riordino delle carriere per Forze Armate e di Polizia, Rivolta carcere S. Maria CV: 44 poliziotti penitenziari indagati per atti di violenza (il mondo alla rovescia). 254/1999 ed art. 9, comma 1, del d.P.R. A tal proposito il giudice cita alcune sentenze, di primo grado (31). A seguito di tale diniego, l’interessata presentava ricorso al Tribunale amministrativo regionale di Aosta. 36 della Carta fondamentale (26). Il presupposto imprescindibile per la perdita della possibilità di godimento delle ferie al di là di una determinata scadenza temporale è che il lavoratore non ne abbia goduto liberamente e consapevolmente. Comitato Scientifico: Prof. Vincenzo Mastronardi (Responsabile), Per il personale con oltre 15 anni di servizio e per quello con oltre 25 anni di servizio la durata del congedo ordinario è rispettivamente di 37 (35+2) e di 45 (43+2) giorni lavorativi. di Stato, sez. del personale della Polizia di Stato sulla piattaforma MEF-NoiPA. La durata del congedo ordinario è di 32 giorni lavorativi (30 + 2 ex congedo legge). In particolare, l’articolo 7 della Direttiva 2003/88 e le sentenze della Corte di Giustizia (12) in base alle quali, sulla portata applicativa dell’articolo 7, hanno ribadito che le disposizioni nazionali non possono prevedere che al momento della cessazione del rapporto di lavoro non sia dovuta alcuna indennità finanziaria sostitutiva delle ferie annuali retribuite non godute dal lavoratore che sia stato in congedo per malattia o inabilità. n. 100 del 2 maggio 2018, il congedo ordinario va programmato e fruito nell’anno solare di riferimento, salvo indifferibili esigenze di servizio che non ne rendano possibile la completa fruizione o per motivate esigenze di carattere personale e, limitatamente a queste ultime, compatibilmente con le esigenze di servizio. Lazio, Roma, sez. di Stato, sez. Già l’articolo 78 del d.P.R. L’articolo 11, comma 4, ha previsto che, oltre ai casi di sopra indicati, si procede al pagamento sostitutivo del congedo ordinario, anche nei casi di transito del personale non idoneo all’espletamento dei servizi di polizia, ad altri ruoli dell’Amministrazione della pubblica sicurezza o di altre amministrazioni dello Stato (10), ai sensi dell’articolo 8 del d.P.R. Nella sentenza de qua il giudice, nel trattare una questione relativa al riconoscimento del diritto del lavoratore, ammalatosi durante le ferie, a poter usufruire del congedo in periodo successivo, una volta ristabilitosi, enuncia il seguente principio: la Corte ha già avuto modo di dichiarare che l’art. Laureato in scienze giuridiche all'università di Bologna. Il dirigente ha, altresì, invitato la dipendente a programmare, nel più breve tempo possibile, la fruizione dei periodi di congedo ordinario degli anni 2018 e 2019, nel rispetto dei termini stabiliti dall’art. VI, 8 ottobre 2010, n. 7363; Cons. 14 del d.P.R. Il congedo ordinario potrà essere fruito entro il secondo semestre dell’anno successivo, qualora il personale in servizio all’estero di cui all’articolo 47, comma 2, ultimo periodo, del decreto del Presidente della Repubblica n. 395 del 1995 non abbia finito di congedo nel corso dell’anno per indifferibili esigenze di … 15 marzo 2018, n. 39 – Forze di polizia e Forze armate. In base al sopra descritto ragionamento non sembrerebbe, pertanto, rispondente alla ratio del divieto previsto dall’articolo 5, comma 8, del d.l. (21) Corte di Cassazione, sezione lavoro, sentenza 19 ottobre 2000, n. 13860; Consiglio di Stato, sezione sesta, sentenza 8 ottobre 2010, n. 7360. PROVV. 5 del Decreto Legge n. 95 del 2012 non rientrano i casi di cessazione dal servizio in cui l’impossibilità di fruire le ferie non è imputabile o riconducibile al dipendente, come le ipotesi di decesso, malattia e infortunio, risoluzione del rapporto di lavoro per inidoneità fisica permanente ed assoluta, congedo obbligatorio per maternità. I, 13.06.2019 n. 535) (14). Da ultimo, occorre ricordare che in caso di disservizi o inefficienze  organizzative o gestionali, il dirigente potrebbe essere chiamato a risponderne nell’ambito della responsabilità dirigenziale prevista dall’art. LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULL’ARTICOLO 8 DEL D.L. (4) T.A.R. LA MONETIZZAZIONE DEL CONGEDO NON FRUITO: interventi normativi e giurisprudenziali. Regione, 1985, 589, n. Quaglia. 9, comma 1, del d.P.R. L’articolo 11, comma 4, ha previsto che, oltre ai casi di sopra indicati, si procede al pagamento sostitutivo del congedo ordinario, anche nei casi di transito del personale non idoneo all’espletamento dei servizi di polizia, ad altri ruoli dell’Amministrazione della pubblica sicurezza o di altre amministrazioni dello Stato … La giurisprudenza della Corte Costituzionale ha chiarito, nel ritenere non fondata questione di legittimità costituzionale del D.L. Molise, Sentenza n. 00003/2020, di cui al punto 2. di Giovanni Battista Durante e Damiano Bellucci. Gli Stati membri prendono le misure necessarie affinché ogni lavoratore benefici di ferie annuali retribuite di almeno quattro settimane, secondo le condizioni di ottenimento e di concessione previste dalle legislazioni e/o prassi nazionali. 333-G/Div.1^ del 24 maggio 2019 tendente a chiarire la monetizzazione del congedo ordinario maturato e non fruito a causa di sopravvenuta malattia, da parte del personale della Polizia di Stato cessato dal servizio a … Sempre l’Aran, a proposito del CCNL del comparto scuola, con il parere del 15/4/2014, ha affermato: “Per le ferie maturate e non godute nei periodi precedenti, invece, dovrebbero sovvenire gli artt. Calabria, Sezione staccata Reggio Calabria, Sentenza n: 00043/2019. Ispettore superiore sostituto commissario ps.png 4 niente indulti ne costruiremo nuove con soldi risparmiati dalla riduzione degli sbarchi, Manifestazione 14 ottobre, Catello Maresca: “Ringraziamo forze dell’ordine, danno l’anima e sacrificano la vita per noi”, Coronavirus carcere: 61 poliziotti penitenziari e 35 detenuti positivi. Sulla base dell’orientamento fornito dalla sentenza del Tribunale Amministrativo di Napoli (32), possiamo affermare che i termini ultimi di fruizione del congedo, stabiliti dalla normativa generale e da quella di settore (33), devono essere considerati a tutela del dipendente, nel senso che costituiscono un vincolo per l’amministrazione, affinché, in ogni caso, il dipendente venga posto in congedo, anche d’ufficio, nel termine ivi indicato. Il S.A.P.P.e è il sindacato più rappresentativo del Corpo di Polizia Penitenziaria, © All Right Reserved. (33) Art. Successivamente l’art. 15, comma 2, della legge 11 luglio 1980, n. 312, e l’art. A) Sentenza N. 02122/2012 REG. (13) Cass., 9 luglio 2012, n. 11462; Cass. Si trasmette, per opportuna conoscenza, la circolare della Direzione Centrale per le Risorse Umane n. 333-G/Div.14 del 28 maggio 2019, concernente l’oggetto. Circolare sulla monetizzazione congedo Il Ministero aveva affermato che le ferie non godute nell’anno di riferimento e nemmeno entro il primo semestre dell’anno successivo, come da normativa di riferimento (29), ma dopo il 30 giungo, dovevano essere imputate a quelle dell’anno di fruizione. Trattasi, in sostanza, di un obbligo per il datore di lavoro e di un diritto per il dipendente; un diritto irrinunciabile e insopprimibile. Circolare esplicativa. Un onere di diligenza di cui deve dar prova. 7, n. 1, della direttiva 2003/88 non osta, in linea di principio, ad una normativa nazionale recante modalità di esercizio del diritto alle ferie annuali retribuite espressamente accordato da tale direttiva che comprenda finanche la perdita del diritto in questione allo scadere del periodo di riferimento, purché, però, il lavoratore che ha perso il diritto alle ferie annuali retribuite abbia effettivamente avuto la possibilità di esercitare detto diritto. Monetizzazione del congedo ordinario maturato e non fruito a causa di sopravvenuta malattia, da parte del personale cessato dal servizio a domanda Si allega nel sottostante link la circolare riguardante l’argomento in oggetto divulgata in data odierna. La ricorrente, assistente capo della Polizia di Stato collocata in riposo, ha impugnato il diniego opposto dall’amministrazione sull’istanza di monetizzazione del congedo ordinario maturato e non fruito, nel periodo di aspettativa disposto d'ufficio ai sensi dell'art. Art. Una recentissima sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Valle D’Aosta affronta la questione del congedo ordinario non fruito dal personale e dichiarato dall’Amministrazione non più fruibile da parte del dipendente. Inoltre ha affermato che … per ragioni di oggettiva impossibilità, il magistrato possa fruire delle ferie immediatamente dopo la cessazione della causa ostativa, eventualmente superando, in via di eccezione, il termine del primo semestre dell’anno successivo (34). La sentenza riguarda una appartenente al Corpo di Polizia Penitenziaria. Le varie disposizioni normative di riferimento, prevalentemente di fonte regolamentare o pattizia, disciplinano tempi e modalità di fruizione del congedo ordinario. Tale divieto entrerebbe in conflitto con l’art. I, sentenza n. 1609 del 16.03.2019; T.A.R. Segretario Generale Aggiunto del Sappe e Consigliere Nazionale dell’Anppe. (18) Sentenza n. 286 del 2013, punto 9.3. del Considerato in diritto. 114 del 30 ottobre 2015 Passaggio dell’elaborazione del trattamento economico del personale della Polizia di Stato a NoiPA-MEF. 14 del d.P.R. Calabria, Sezione staccata Reggio Calabria, Sentenza n: 00043/2019; T.A.R. L’articolo 36 del d.P.R. A legislazione vigente si ritiene che debba accogliersi la tesi di quella parte della giurisprudenza, rafforzata dagli orientamenti applicativi dell’ARAN, che ritiene che non possa considerarsi decaduto dal diritto alla fruizione del congedo il lavoratore che non ne abbia beneficiato entro il periodo di riporto, stabilito dal contratto di lavoro, nel caso si tratti di dipendente in attività. Il giudice sostiene che l’assetto ora descritto non collide con il principio costituzionale dell’irrinunciabilità delle ferie, in quanto garantisce, comunque, un equilibrato rispetto delle esigenze organizzative dell’amministrazione e di quelle di riposo del lavoratore e che Il presupposto imprescindibile per la perdita della possibilità di godimento delle ferie al di là di una determinata scadenza temporale è che il lavoratore non ne abbia goduto liberamente e consapevolmente. Si riporta la circolare nr.333-G/Div.1^ del 28/05/2019 a firma del Direttore Centrale della Direzione Centrale delle Risorse Umane in ordine alla monetizzazione del congedo ordinario maturato e non fruito a causa di sopravvenuta malattia, da parte del personale della Polizia di Stato … (36) Agenzia Rappresentanza Negoziale Pubbliche Amministrazioni. 1, comma 1, della legge 7 agosto 2012, n. 135. Puglia – Lecce, sez. limitano al primo semestre dell’anno successivo il cumulo dei congedi di cui non si sia potuto usufruire a causa di ragioni di servizio. Collezioni Italia realizza e commercializza articoli che promuovono e rappresentano l'Arma dei Carabinieri e altri Nel caso in esame non risulta esser stata presentata da parte dell’interessata al direttore di istituto, nei termini di legge e secondo le puntuali modalità ivi indicate, alcuna istanza di congedo ordinario né documentazione comprovante anche l’impossibilità oggettiva di godere dei predetti benefici. Non risulta, infatti, che egli lo abbia invitato a fruire delle ferie, così come, invece, ha fatto per gli anni 2018 e 2019, con apposito ordine di servizio. (22) Art. FSP Polizia di Stato. Come si deduce, infatti, dall’art 9 del Nuovo Accordo Quadro Nazionale, pubblicato sulla G.U. Anche la giurisprudenza italiana ha espresso un orientamento volto a garantire il diritto alla monetizzazione in caso di malattia (13). L’articolo 5, comma 8, del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135 (11), prevede che Le ferie, i riposi ed i permessi spettanti al personale, anche di qualifica dirigenziale, delle amministrazioni pubbliche (…) sono obbligatoriamente fruiti secondo quanto previsto dai rispettivi ordinamenti e non danno luogo in nessun caso alla corresponsione di trattamenti economici sostitutivi. Si riporta la circolare nr.333-G/Div.1^ del 28/05/2019 a firma del Direttore Centrale della Direzione Centrale delle Risorse Umane in ordine alla monetizzazione del congedo ordinario maturato e non fruito a causa di sopravvenuta malattia, da parte del personale della Polizia di Stato cessato dal servizio a … Alla luce di quanto precede, si deve constatare che l’articolo 7, paragrafo 2, della direttiva 2003/88 deve essere interpretato nel senso che esso osta a una normativa nazionale, come quella di cui al procedimento principale, che priva del diritto a un’indennità finanziaria per ferie annuali retribuite non godute il lavoratore il cui rapporto di lavoro è cessato a seguito della sua domanda di pensionamento e che non è stato in grado di usufruire del suo diritto alle ferie prima della fine di tale rapporto di lavoro” (Sentenza C-341-15 del 20/7/2016). (11) Riguardante disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 156, del 6 luglio 2012 – Supplemento Ordinario, n. 141, convertito, con modificazioni, dall’art. Molise, Sentenza n. 00003/2020. Per fare un esempio, con riferimento al caso concreto, i 34 gg. In conformità al principio di diritto affermato nella predetta sentenza, la più recente giurisprudenza del TAR ha ritenuto che nel caso in cui il “rapporto di lavoro è cessato a causa della domanda di pensionamento, al lavoratore spetta la relativa indennità per ferie annuali non godute. Il giudice di merito non ha pertanto accolto la tesi del Ministero ed ha affermato che è evidente come, in tal modo, l’odierno ricorrente abbia finito per subire un’ablazione, per ragioni di ufficio e senza ristoro alcuno, di un diritto costituzionalmente garantito ed oggetto di tutela anche da parte di norme sovranazionali. Escludendo in tal modo il riporto a nuovo anno delle ferie non godute nell’anno di spettanza, una volta decorso il primo semestre dell’anno immediatamente successivo, il Ministero ha potuto concludere che i giorni di ferie di cui l’interessato aveva usufruito dal 23 luglio all’11 settembre 2010 dovessero imputarsi per intero all’anno 2010, esaurendo così integralmente il periodo di congedo ordinario spettante per tale ultimo anno di servizio dell’interessato. Consap-30 Maggio 2019. Decidono i Magistrati, Donato Capece a Barbara D’Urso: non sai di cosa parli! Stante l’attuale normativa, si deve ritenere che, fino alla cessazione del rapporto di lavoro, il dipendente deve sempre poter fruire del congedo maturato, anche successivamente al periodo di riporto, non essendo possibile monetizzare, in costanza di rapporto di lavoro, le ferie non fruite, poiché vige, in tal senso, un espresso divieto normativo. Ne consegue, conformemente all’articolo 7, paragrafo 2, della direttiva 2003/88, che un lavoratore, che non sia stato posto in grado di usufruire di tutte le ferie retribuite prima della cessazione del suo rapporto di lavoro, ha diritto a un’indennità finanziaria per ferie annuali retribuite non godute. (46) T.A.R. n. 19 dell’ 11 maggio 2016. 15 marzo 2018, n. 39. Puglia – Lecce, sez. 395/95 (39); sul punto, il Consiglio di Stato ha affermato che … Giova sgombrare il campo dalla seconda questione, che attiene alla pretesa monetizzazione della mancata fruizione di una “licenza straordinaria”, concessa per agevolare i disagi connessi al trasferimento di sede. Giovanni Battista de Blasis, Giovanni Battista Durante, Roberto Martinelli, ha trasmesso una circolare della Direzione Centrale delle Risorse Umane con oggetto: monetizzazione del congedo ordinario maturato non fruito a causa di sopravvenuta malattia del personale cessato dal servizio a domanda. VI, 1° dicembre 2010, n. 8372. Quindi, sulla base della normativa citata, si procede al pagamento del congedo sostitutivo, nei casi di: • Documentate esigenze di servizio; • Decesso; • Cessazione dal servizio per infermità o per dispensa dal servizio del dipendente, disposto dopo il collocamento in aspettativa per infermità; • Transito del personale non idoneo all’espletamento dei servizi di polizia, ad altri ruoli dell’amministrazione di appartenenza, o di altre amministrazioni, qualora la fruizione del congedo maturato e non fruito non sia prevista nell’amministrazione di destinazione. 11 settembre 2007, n. 170. 15 marzo 2018, n. 39 (3), dispone che Qualora indifferibili esigenze di servizio non abbiano reso possibile la completa fruizione del congedo ordinario nel corso dell’anno, la parte residua deve essere fruita entro i diciotto mesi successivi. Compatibilmente con le esigenze di servizio, in caso di motivate esigenze di carattere personale, il dipendente deve fruire del congedo residuo entro i diciotto mesi successivi all’anno di spettanza. Le norme di cui al presente articolo si applicano dal 1°(gradi) gennaio 1996. Si trasmette la circolare telegrafica inerente le modalità di monetizzazione del congedo ordinario maturato e non fruito. n. 95 del 2012, art. (10) Com’è noto gli appartenenti al Corpo Forestale dello Stato sono ormai transitati, in gran parte, nell’Arma dei carabinieri. III, 25/05/2016 n. 1399; nello stesso senso T.A.R. Egli può chiedere di distribuire il congedo in periodi di minore durata che non eccedano nel complesso la durata di un mese. Come regola generale, il congedo ordinario deve essere fruito entro l’anno di riferimento. Dal suddetto principio si evince chiaramente che la perdita del diritto alle ferie, allo scadere del periodo di riferimento, dovrebbe essere normativamente previsto, anche se esistono pareri contrari (43). Di conseguenza, deve necessariamente fruirlo. VI, 23 luglio 2008, n. 3636; T.A.R. 36, d.P.R. 395/95 fissava, per indifferibili esigenze di servizio, entro il primo semestre dell’anno successivo, in caso di motivate esigenze personali, entro il mese di aprile dell’anno successivo. Discorso diverso deve essere fatto per altre tipologie di congedo che non godono delle tutele previste dalla Carta costituzionale e che, di conseguenza, non rientrano tra i diritti indisponibili. 36 della Costituzione) come  un diritto irrinunciabile per il lavoratore. Dirigente Aggiunto del Corpo di Polizia Penitenziaria. In relazione alla determinazione del compenso per congedo ordinario non fruito si confermano, in linea generale, le indicazioni fornite con la circolare prot. Stato, Sez. ), di tale diritto il dipendente non può disporre neppure indirettamente, omettendo di richiedere il godimento delle ferie arretrate entro il 30 giugno successivo, nel qual caso, qualora sia effettivamente possibile, egli dovrebbe semmai essere posto in ferie di ufficio. Consiglio di Stato sentenza n. 2956 del 17 maggio 2018 in materia di pagamento sostitutivo del congedo ordinario. Nov 21, 2020. 36, co. 3, cit. Molesta 16enne sul bus, fermato e arrestato grazie ad un agente di Polizia Penitenziaria, Sappe scrive al Ministro per stigmatizzare assenza rappresentanza ad esequie comandante carcere Campobasso Ettore Tomassi, In memoria dell’appuntato degli Agenti Custodia Giuseppe Passerini, ucciso da un detenuto il 2 gennaio 1974, Scopri come i tuoi dati vengono elaborati, GOM: Il Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria, Finestre mobili pensione Forze Armate e di Polizia: come funzionano e quando fare domanda, Visite fiscali dipendenti pubblici, come evitare le decurtazioni stipendio, 41 bis, cosa prevede il regime del carcere duro, Sappe: più che amnistia o indulto, potenziare area penale esterna, Sappe Trieste: Azienda “Soluzioni Fast” dona presidi di protezione alla Casa Circondariale, Genova, detenuto evade durante permesso premio. Passaggio competenze del personale della Polizia di Stato a NoiPA-MEF SAPPe: “No allarmismo ma misure tutela poliziotti”, Concorso 691 vice ispettori Polizia Penitenziaria: nominata commissione esaminatrice, Concorso 2851 sovrintendente di Polizia Penitenziaria: esiti riunione al Dipartimento, Poliziotti penitenziari indagati, detenuti fanno festa in cella e i parenti fuori sparano i fuochi d’artificio. Il direttore dell’istituto, da poco nominato in quella sede, dopo una ricognizione generale della situazione del congedo maturato e non fruito, dal personale di Polizia Penitenziaria, con ordine di servizio dichiarava perento il congedo relativo agli anni 2015 e 2016 e contestualmente ordinava la fruizione d’ufficio, in via eccezionale, del congedo maturato e non goduto di 39 giorni riferito all’anno 2017. 10 gennaio 1957, n. 3, che (ponendo un principio valevole anche per il personale di magistratura ordinaria, per il quale l’art. Il giudice ha ritenuto il ricorso infondato e lo ha respinto, sulla base della seguente considerazione. L’Ufficio Relazioni Sindacali del Dipartimento della P.S. VI, 18 novembre 2010, n. 8100; Cons. (20) Corte dei Conti, sezione di controllo per la Regione Campania, delibera dell’11 dicembre 2014, n. 249; Corte dei conti, sezione di controllo per la Regione Veneto, delibera del 12 novembre 2013, n. 342; Corte dei conti, sezione di controllo per la Regione Valle d’Aosta, delibera del 12 novembre 2013, n. 20; Corte dei conti, sezione di controllo per Regione Sicilia, delibera del 5 giugno 2014, n. 77.

The Theme Of The Outcast In Frankenstein, Fiorella Mannoia è Sposata, Seeing As Wittgenstein, Giorni Della Settimana Pianeti, Classifica Migliori Università Biotecnologie Italia, Baxi Luna Air 240 Fi, Sentiero Vetricia Lago Santo, Immagini Dolomiti Hd,