In caso di più figli e di percezione di indennità di maternità/paternità da parte degli iscritti alla Gestione separata o dei lavoratori autonomi, l’altro genitore può fruire del congedo COVID-19 solo se chi fruisce l’indennità di maternità/paternità stia prestando attività lavorativa durante il periodo indennizzabile. La riforma dell’art. ContattiTel: +39 06-40402261E-mail: assistenza@fattura24.com, Ufficio PrivacyTel: +39 06-40402261E-mail dedicata: privacy@fattura24.com, Webinar Gratuito Fatturazione Elettronica, numero elementi familiari tra i 0 e i 3 anni, numero elementi familiari tra i 4 e i 10 anni, numero elementi familiari tra i 11 e i 17 anni, numero elementi familiari tra i 18 e i 59 anni, numero elementi familiari tra i 60 e i 75 anni, numero elementi familiari dai 75 anni in su, dalla tipologia del comune di residenza (aree metropolitane, grande comune, piccolo comune), fino a 3 anni di servizio: 30 giorni l’anno ridotti a 26 nel caso di 5 giorni lavorativi, oltre 15 anni e fino ai 24 anni di servizio: 37 giorni l’anno, oltre i 25 anni di servizio: 45 giorni l’anno, se antecedente al 31/12/1996 si passa a 47 giorni o 41 giorni nel caso di 5 giorni lavorativi. 24 D.L. CONGEDO PARENTALE ORDINARIO. Il congedo COVID-19 non può essere fruito dal genitore disoccupato o comunque privo di alcun rapporto di lavoro, sia di tipo subordinato che di tipo autonomo. I periodi di congedo parentale “ordinario” eventualmente già richiesti, anche se fruiti durante il periodo di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole, non potranno essere convertiti nel congedo COVID-19. Per completezza, rammentiamo che in alternativa al congedo, l’INPS, con la circolare INPS 24 marzo 2020, n. 44, ha previsto la possibilità per i genitori di richiedere un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting nel limite massimo di 600 euro. Le aziende dovranno esporre il Codice Evento già in essere, con: Su questo sito utilizziamo cookie tecnici necessari alla navigazione e funzionali all’erogazione del servizio. Sia il congedo parentale ordinario, sia il suo prolungamento per l’assistenza del figlio minore di 12 anni con handicap grave, così come previsto dal decreto legislativo numero 119 del 2011, può essere fruito sia in maniera continuativa che in maniera frazionata. Congedo parentale. Congedo parentale Covid-19 di 30 giorni nel decreto Rilancio: le novità per i lavoratori dipendenti di aziende private. Gli eventuali periodi di congedo parentale ordinario, di cui si è detto, sono de plano convertiti in tale congedo speciale, con diritto ad una indennità di cui si dirà più oltre, e non sono computati né indennizzati a titolo di congedo parentale (ordinario/obbligatorio). Congedo Parentale proroga Dl Rilancio 2020: Il congedo parentale potrà essere utilizzato fino a settembre.La proroga è stata ufficializzata nel decreto Rilancio 2020.. Nello specifico, durante la fruizione del congedo parentale è riconosciuta una indennità rapportata alla retribuzione o al reddito in ragione della categoria lavorativa di appartenenza del richiedente ed i periodi fruiti sono coperti da contribuzione figurativa. Oppure il caso di un lavoratore contemporaneamente titolare di due (o più) rapporti di lavoro a tempo parziale di tipo orizzontale o misto può usufruire dei periodi di congedo parentale da entrambi i datori di lavoro, ritenendo che si possa chiedere (anche) solo nel contesto di uno dei due rapporti di lavoro con la conseguenza che, come si dirà, ai fini del computo dei mesi di congedo parentale, l’astensione — ancorchè limitata ad alcune ore soltanto — sia da considerarsi valevole per l’intera giornata. Durante questo periodo al dipendente spetta la normale retribuzione, esclusi i compensi per prestazioni di lavoro straordinario e le indennità che non siano corrisposte per dodici mensilità. Circa l’indennità, la Circolare spiega bene che «durante la fruizione del congedo è riconosciuta una indennità rapportata alla retribuzione o al reddito in ragione della categoria lavorativa di appartenenza del genitore richiedente ed i periodi fruiti sono coperti da contribuzione figurativa». Tuttavia, in questo caso il genitore-lavoratore richiedente non avrà il diritto alla corresponsione di alcuna indennità né al riconoscimento della contribuzione figurativa, di cui si dirà più oltre. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online. L’art. Tant’è vero che lo stesso congedo speciale trova applicazione —senza alcun limite di età— con riferimento ai figli con disabilità in situazione di gravità accertata, di cui si precisa dopo, così come per le specifiche di cui alla fruizione. 151/2001. I genitori con figli di età compresa tra i 12 e i 16 anni devono presentare domanda di congedo COVID-19 solamente al proprio datore di lavoro e non anche all’INPS. Congedo parentale straordinario INPS di massimo 15 giorni, tutto quello che bisogna sapere sulla misura prevista dal decreto Cura Italia per supportare i genitori nell’ambito dell’emergenza coronavirus: ecco le istruzioni per ottenerlo, Avvocato, Privacy Specialist & Legal Compliance e nuove tecnologie. Si tratta di un congedo parentale nella sostanza paritetico alla “maternità facoltativa” concessa al Genitore per prendersi cura della prole, nei primi anni di vita, dovendo soddisfare ai bisogni affettivi e relazionali ma, con carattere straordinario in forza della situazione di emergenza che stiamo vivendo, per venire incontro ai: Vi è da chiedersi se a lavoratori autonomi quali liberi professionisti come avvocati, commercialisti, ecc. ALL RIGHTS RESERVED. La frazionabilità, però, deve essere a giorni, settimane o mesi. n. 18/2020). durante il predetto periodo di sospensione, il congedo COVID-19 può essere richiesto anche in. 24 del D.L. Il congedo parentale è una forma di astensione facoltativa dal lavoro concessa ai genitori nei primi anni di vita del figlio, con retribuzione ridotta Congedo parentale INPS straordinario previsto nel 2020 per l’emergenza coronavirus: ecco cosa devono sapere i genitori lavoratori, del settore privato, pubblico e autonomi. 25 D.L. Cura Italia dispone che il congedo COVID-19 sia fruibile a condizione che: I giorni di prolungamento di congedo parentale autorizzati nell’arco di tale periodo, saranno considerati d’ufficio (nel massimo di 15 giorni) come congedo COVID-19. Congedo Parentale Straordinario Covid-19 Chiarimenti e novità sul congedo parentale straordinario ed estensione di alcune tipologie di permessi per l’emergenza Covid-19: il computo dei giorni è come per il congedo parentale ordinario comprensivo di sabati e domeniche nel 15 giorni complessivi l’INPS chiarisce che i 15 giorni si intendono per nucleo familiare e non per ogni figlio fino a 12 anni. n. 18/2020) per i dipendenti delle aziende (cit. È corrisposto dall’Inps e disciplinato sia dalla legge [1] sia dai singoli contratti nazionali di categoria.. Può essere usufruito dalla madre o, in alternativa, dal padre. Riguardo ai congedi covid-19 (congedo straordinario di 15 giorni fruibili, in modalità alternativa, da uno dei genitori per nucleo familiare, per periodi che decorrono dal 5 marzo al 3 aprile 2020) l’INPS ha precisato che i genitori che hanno già in corso un congedo parentale ordinario non devono presentare una nuova domanda. spetti oppure no, ipotesi per la quale, peraltro, si propende. In pratica, quei genitori con figli disabili avranno diritto oltre ai 3 giorni mensili già previsti dalla Legge n. 104/1992, ad altre 12 giornate lavorative da fruire complessivamente nell’arco dei mesi di marzo ed aprile. I cookie tecnici sono necessari al funzionamento del sito web perché abilitano funzioni per facilitare la navigazione dell’utente, che per esempio potrà accedere al proprio profilo senza dover eseguire ogni volta il login oppure potrà selezionare la lingua con cui desidera navigare il sito senza doverla impostare ogni volta. Diversamente, in caso di riduzione di orario di lavoro di uno dei due genitori, l’altro è ammesso alla fruizione del beneficio del congedo COVID-19 precisando che il genitore lavoratore dipendente destinatario di un qualsiasi trattamento di integrazione salariale che, nel periodo di riduzione o sospensione dell’attività lavorativa, voglia avvalersi della facoltà di astenersi dal lavoro, può optare di fruire del congedo COVID-19. riposi per allattamento) fruiti per lo stesso figlio. 24 D.L. Tramite il nostro Cookie Center, l'utente ha la possibilità di selezionare/deselezionare le singole categorie di cookie che sono utilizzate sui siti web. Con la circolare INPS 25 marzo 2020, n. 45 sono state fornite le istruzioni operative, di seguito illustrate, per la fruizione dei congedi parentali e dei permessi retribuiti. No (!). Il D.L. Come migliorare la resilienza informatica dell’azienda. n. 18/2020), in, estensione durata permessi retribuiti (ex art. Per i periodi di congedo parentale di cui all'articolo 32, alle lavoratrici e ai lavoratori è dovuta fino al sesto anno di vita del bambino, un'indennità pari al 30 per cento della retribuzione media giornaliera, per un periodo massimo complessivo tra i genitori di sei mesi (art. Per via della mancata riapertura delle scuole, essenzialmente, oltre al persistere dello stato di emergenza, il congedo parentale ha subito diverse proroghe. Questa ipotesi è compatibile ed è fruibile anche durante le giornate di pausa contrattuale dell’altro genitore. La fruizione del congedo COVID-19 è compatibile con la contemporanea (negli stessi giorni) fruizione di ferie dell’altro genitore appartenente al nucleo familiare. Congedo Parentale a Ore (detto anche “Su Base Oraria”) A disciplinare questo tipo di congedo è stata la legge 24 dicembre 2012, n.228.. La legge ha infatti introdotto la possibilità di frazionare ad ore la fruizione del congedo parentale, rinviando tuttavia alla contrattazione collettiva di settore il … Il limite massimo individuale di congedo parentale è pari a 6 mesi (elevabile fino a 7) – il limite massimo complessivo tra i genitori e pari a 10 mesi (elevabili a 11) – il limite massimo è … Con il Decreto Rilancio di maggio, il numero di giorni fruibili è salito a 30: si potranno richiedere fino a fine luglio. genitori-lavoratori dipendenti del settore privato, lavoratori iscritti alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, lavoratori dipendenti del settore pubblico. L’art. I cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. 33 L. 104/92), per emergenza COVID-19 (Art. 24 del citato DL prevede poi «l’incremento del numero di giorni di permesso retribuiti di cui all’articolo 33, commi 3 e 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, di ulteriori complessive 12 giornate usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020» In pratica, i soggetti aventi diritto a detti permessi potranno godere, oltre ai tre giorni mensili già previsti dalla Legge n. 104/1992 —rispettivamente 3 per il mese di marzo e 3 per il mese di aprile— di ulteriori 12 giorni lavorativi da fruire nell’arco di questi due mesi. Per ulteriori approfondimenti sul tema, si rimanda al Bonus Baby Sitter. n° 3 del 10 gennaio 1957 applicabile solo ed esclusivamente ai dipendenti civili dello Stato. Insomma, si naviga a vista. A causa dell’emergenza, grazie all’intervento normativo prima del Decreto Cura Italia, D.L. 25 D.L. L’INPS ha fornito chiare istruzioni operative per richiedere il cd “Congedo per emergenza COVID-19” interviene in favore dei lavoratori del settore privato, con figli minori — di età non superiore ai 12 anni — ai quali badare essendo le scuole chiuse in forza del DPCM del 4.03.2020, per aiutarli a fronteggiare l’emergenza COVID-19. Il congedo parentale è un periodo di astensione facoltativo dal lavoro concesso ai genitori per prendersi cura del bambino nei suoi primi anni di vita e soddisfare i suoi bisogni affettivi e relazionali. per i lavoratori dipendenti delle P.A. il nucleo familiare del Genitore richiedente il congedo COVID-19 è costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica —cioè nello stesso stato di famiglia o sotto lo stesso tetto (comprendendo anche separati o divorziati, di fatto) —, nel periodo di fruizione del congedo COVID-19. Fattura24 si sta impegnando per preservare la salute dei suo dipendenti e nel rispettare le regole igienico sanitarie richieste per passare l’emergenza del COVID-19. La fruizione di tale congedo è riconosciuta alternativamente ad uno solo dei genitori per i figli di età non superiore ai 12 anni, come detto, purché nel nucleo familiare non vi sia l’altro genitore che già benefici di strumenti di sostegno al reddito (come la Cassa integrazione, ad esempio) previsti in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa; ovvero sia disoccupato o non lavoratore. 99 della Costituzione entrata in vigore il 1° gennaio 1948 ma costituito con la legge n° 35 del 5 gennaio 1957) oltre a regolamentare il contratto per gli Enti Pubblici ha regolamentato anche tutte le altre figure lavorative attraverso i CCNL nazionali: Ogni contratto nazionale base ha regole ben precise in base alle peculiarità lavorative della categoria a cui fa riferimento quindi per capire come l’azienda per cui si lavora o come il datore di lavoro deve comportarsi in base al DCPM del 9 marzo 2020 consiglio in serio approfondimento in materia di HR. La Circolare precisa, ancora, con riferimento a questa categoria, che «per tali categorie di lavoratori, eventuali periodi di congedo parentale richiesti prima del 17 marzo, giorno di entrata in vigore del citato decreto-legge n. 18/2020, anche se ricadenti durante il periodo di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole, non potranno essere convertiti nel congedo COVID-19 e resteranno disciplinati, computati ed indennizzati al 30% come congedo parentale, trattandosi di due tipologie di congedi diversi». Circa la compatibilità, oltre a quanto si dirà più specificatamente in tabella, nella richiesta l’INPS evidenzia che: Circa le ipotesi di incompatibilità, l’INPS precisa che il congedo COVID-19 non può essere fruito negli stessi giorni da entrambi i genitori, ma solo in modalità alternata tra gli stessi, per un totale complessivo di 15 giorni. In pratica, questi 15 giorni di cui entrambi genitori — pur nel rispetto dei limiti di cui si è già detto — possono cumulativamente avvalersi, al fine di rimanere a casa con i propri figli nel periodo di sospensione delle attività didattiche nelle scuole, sono utilizzabili, anche dopo il 13 aprile, prevedendo che ciò possa valere, con la stessa logica e criterio, per tutto il periodo di chiusura delle scuole. Cosa succede quando il datore di lavoro anticipa delle prestazioni a carico dell’INPS, con accredito della contribuzione figurativa? Il limite di età della prole non si applica in presenza di figli disabili (ex art.4, comma I, L. 104/1992). Operativamente, dal 30 marzo 2020, dovrebbero essere in linea le procedure di compilazione ed invio on line delle domande relative ai congedi parentali per emergenza COVID-19. Lavoratori Autonomi iscritti alle gestioni dell’INPS 23 prorogato dal Decreto Rilancio D.L. Download info Categories: 2002Circolari File size: 74.66 kB Aggiornato: Apr 21, 2017 Visualizzazioni: 1148 Password: Scarica Descrizione 2002 « Torna tutti i download I cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. L’INPS ha pubblicato una prima guida per l’utilizzo degli aiuti alle famiglie emanati a seguito dell’epidemia da Coronavirus. In pratica, il “Decretone Rilancio”, aumenta o raddoppia tali permessi per il mese in corso e quello a seguire (giugno), con lo stesso spirito del Congedo (art. Congedo parentale: che cos’è? Perché la norma parla di giorni e non di ore». 18/2020) per i lavoratori dipendenti del settore pubblico, nonché le relative indennità sono a cura dell’Amministrazione pubblica con la quale intercorre il rapporto di lavoro alla quale andrà presentata la domanda di congedo COVID-19, secondo le indicazioni dalla stessa fornite. 20, comma 2, del D.L. Potrai sempre gestire le tue preferenze accedendo al nostro COOKIE CENTER e ottenere maggiori informazioni sui cookie utilizzati, visitando la nostra COOKIE POLICY. Bonus baby sitter e congedi parentali: cumulabilità parziale in un solo caso. Il coronavirus impone anche ai datori di lavoro di adottare misure per limitare il rischio contagio, ed è per questo che il DPCM dell’8 marzo 2020 consiglia di favorire periodi di ferie o congedo ordinario per i dipendenti.. Sono suggerimenti e non obblighi quelli che arrivano dall’ultimo decreto del Presidente del Consiglio per contenere lo sviluppo del coronavirus. Dal 17 marzo 2020, in alternativa a questo congedo parentale “speciale”, i genitori/lavoratori possono scegliere di usufruire di un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting da utilizzare per prestazioni effettuate nel periodo in cui sarebbe spettato il congedo. Oggi tutti parlano di congedo ordinario, di ferie e anche di congedo parentale. Con il messaggio 15 aprile 2020, n. 1621 l’INPS fornisce ulteriori chiarimenti poichè sono pervenuti all’INPS quesiti sulle modalità di richiesta del congedo COVID-19 e sulla compatibilità dello stesso con la fruizione di altri tipi di permesso o congedo da parte dell’altro Genitore appartenente allo stesso nucleo familiare. Per i periodi di congedo parentale ulteriori, quindi oltre il sesto anno del minore, il congedo parentale è retribuito nella stessa misura fino all'ottavo anno di vita d… In senso affermativo si è espresso l’istituto previdenziale con messaggio n. 1281 del 20 marzo 2020». Si tratta del noto congedo parentale (ex astensione facoltativa); con la conseguenza che i genitori possono chiedere, in luogo di questo ovvero nei limiti di quello ordinario/obbligatorio ancora spettante, la trasformazione del rapporto di lavoro da full time a part time, purché ricorrano determinate condizioni. Modalità di fruizione attraverso l’istanza al proprio datore di lavoro ed all’INPS, secondo la procedura normale. Cura Italia. In caso di malattia di uno dei genitori appartenente allo stesso nucleo familiare, l’altro genitore può fruire del congedo COVID-19 oppure del congedo parentale, in quanto la presenza di un evento morboso potrebbe presupporre un’incapacità di prendersi cura del figlio. In base al testo del decreto Rilancio 2020 sono previsti:. per emergenza COVID 19 (Art.

Edoardo Pesce Altezza, Peso, Rosa Blu Tatuaggio, Flavio Aquilone Risata, Under 17 Serie C Girone F, Tim Box 2020, Yogurt E Diabete, La Isla Mínima Sebastian,