A presto Prof. Anna. Start studying Indicativo presente, Imperativo, Imperfetto, Congiuntivo, Ottativo di ἵημι. A presto, E’ come se vi foste conosciuti da sempre Prof. Anna. Prof. Anna. Vorrei sapere se queste due frasi sono corrette : pensavo che ce l’avrebbe fatta o pensavo che ce la facesse……. “Mi chiedevo/stavo chiedendo se ti andrebbe di uscire” Ho una domanda sul congiuntivo passato con i verbi volere ,dovere e potere. Caro Enzo, sarebbe più corretto usare il congiuntivo “…che un brivido freddo mi serpeggiasse nelle ossa”. Se hai dubbi o domande, non esitare a scrivermi. Si usa il congiuntivo presente quando il desiderio è percepito come realizzabile, si usa invece il congiuntio imperfetto quando il desiderio è percepito come irrealizzabile o molto meno realizzabile. sento chi dice in un modo e chi dice in un altro e vorrei maggiore chiarezza, grazie e buona serata. 2) Se pensassi che tu volessi essere qui per me, sarei pazza Prof. Anna. Grazie in anticipo per la risposta , Cara Katty, la frase che mi scrivi non è del tutto corretta, meglio dire: “se qualcuno vuole andare, deve farglielo prasente”. Gentile professoressa, in questa frase che tempo è corretto usare il congiuntivo presente o imperfetto? Caro Paolo, è corretto il congiuntivo imperfetto. Prof. Anna. buonasera ,la prof mi segnato un errore in questa frase:questi pensieri mi provocano molta tristezza ,perchè ho pensato che fossero la fine di una parte di me (fossero è l’errore)? A presto Grazie Un saluto Grazie, Cara Chiara, entrambe le frasi sono corrette, hanno solo un significato un po’ diverso: la forma “stare+gerundio” indica un’azione in svolgimento (in questo caso nel passato). Molto bene Chiara, continua così! Un saluto Esercizi - Livello C - Capitolo 2 - Pagina di . Un saluto Prof. Anna, Un dubbio… “Cosa accadrebbe Se lui tornasse” è Corretto? A presto Il congiuntivo imperfetto, usato nelle frasi subordinate, indica:. Un saluto Completa le frasi con i verbi fra parentesi, scegliendo fra congiuntivo presente o indicativo presente, come nell'esempio. buona serata e grazie. E io che speravo che oggi avrei acceso il telefono Se andassi a scuola, avrei studiato. ἵ-ε-τε: ἵ-ε-σθε: 3 ª Plur. Verbo ABITARE. Siccome ci lamentavamo che piovesse solo nel weekend adesso piove tutta la settimana. Cara Maria, è corretta la seconda frase che mi scrivi. qual è la frase corretta Per esempio nella frase: "Marco si chiedeva perché non potessi venire", non si capisce se si intende "tu" o "io", quindi è necessario scrivere "Mario si chiedeva perché tu non potessi venire". Grazie di nuovo, Caro Niccolò, nella frase che mi scrivi puoi usare l’indicativo “se sapessi che lei spegnerà le candeline”, l’ipotesi è già espressa da “se sapessi”. 3. Pietro pensava (imperfetto indicativo), che le sigarette fossero sul tavolo. Caro Doxos, nelle frasi 1 e 2, il primo condizionale passato, in dipendenza da un verbo al passato (pensavo), esprime un’azione posteriore rispetto a quella espressa dalla reggente, anche nella frase introdotta da “quando” il verbo al condizionale passato esprime il futuro del passato, il congiuntivo imperfetto invece dà un senso ipotetico alla frase. 4 “Succede che” + indicativo o congiuntivo? Prof. Anna. 1) Il verbale della polizia riportava che Tizio avesse le cinture di sicurezza; 2) Il verbale della polizia riportava che Tizio aveva le cinture di sicurezza, Caro Lukekiss, in questo caso puoi usare l’indicativo imperfetto (aveva). ( di aver fatto lo stage), Cara Kris, sarebbe meglio usare il condizionale: “lo si potrebbe considerare”. ” Se chi chiedesse amicizia, si presentasse prima, non avrebbe bisogno di Catene di Sant’Antonio per accusare gli altri di arroganza…”, Caro Roberto, la frase corretta sarebbe: “se chi chiede l’amiciza si presentasse prima, non avrebbe bisogno di…”. Prof. Anna, Buonasera ho un dibattito sull” uso di una frase: Errore di scrittura Tu pensi che io non sia voluto venire . Un saluto e a presto Ancora mille grazie per la sua pazienza. Cara Maria Teresa, in frasi principali che hanno il congiuntivo in funzione esortativa è possibile usare sia il congiuntivo presente sia il congiuntivo imperfetto. O abbia voluto venire ? Prof. Anna, È corretto scrivere : ” se tu sapessi che regalo tu sia per me”, Cara Monica, la frase che mi scrivi non è corretta, ma bisogna dire: “se tu sapessi che regalo tu sei per me”. Via Roma) - 09125 Cagliari - Sardinia - ITALY. Gentilissima Professoressa, ho un dubbio su una frase che ha il condizionale nella reggente: A)Sarebbe meglio optare per una soluzione che le CONSENTA maggiore elasticità di orari. quando l’avrei o l’avessi smascherato intende dire che è una subordinata temporale? Bisogna sottolineare che l’uso dell’indicativo imperfetto nella frase condizione e/o nella frase-conseguenza dell’ipotesi irreale è normale nell’italiano parlato ma è da evitare nell’italiano scritto, in cui è preferibile usare il congiuntivo nella frase-condizione e il condizionale nella frase-conseguenza … Vediamo insieme tutte le possibilità. A presto Da quel che so, la locuzione temporale ‘prima che’ richiede obbligatoriamente l’uso del congiuntivo, quindi secondo me la frase è grammaticalmente scorretta. Cara Maria, dopo “non è vero che” possiamo usare semplicemente l’indicativo: “non è vero che nessuno ha (o aveva, dipende a che tempo ti vuoi riferire) mai trattato quelle tematiche?”. ecc…” ? Le chiedo conferma o eventuali correzioni. Un saluto se nella frase principale si trovano un condizionale presente o passato. Certo, non scriveremmo mai “sarebbe capace ” e ” proverebbe “… In sintesi, potrebbe spiegarmi, cortesemente, che tipo di ragionamento dovrei fare , prima di inserire una successione di ” congiuntivi imperfetti ” , in frasi di questo tipo ? Prof. Anna, Buongiorno, Non è giusto che un giorno renderai migliore la vita di qualcuno che non ti apprezza/apprezzerà/apprezzi e merita/meriterà/meriti mai quanto me. A presto io ho starato tu hai starato egli/ella ha … This post correlates with my video "Advanced Italian 3 - Congiuntivo imperfetto | Imperfect Subjunctive". quale delle due frasi è corretta: Un saluto Cara Micol, la frase corretta è la seconda, si tratta di un periodo ipotetico dell’irrealtà: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2012/03/29/il-periodo-ipotetico-dellirrealta/. Un saluto Io usserei l’indicativo, ma aspetto suo consiglio, grazie e arrivederci. Quale di queste tre forme è la risposta corretta (considerando che non si ha certezza di dove sia il ragazzo)? Per esempio: É giusto quello che ho scritto in questa e-mail? Cara prof. A presto Per ripassare il periodo il periodo ipotetico ti consiglio questi articoli: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2012/03/15/il-periodo-ipotetico-della-realta-e-il-periodo-ipotetico-della-possibilita/; https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2012/03/29/il-periodo-ipotetico-dellirrealta/. Io pensavo che il verbo della frase principale doveva essere in passato, per potere usare il congiuntivo imperfetto. Pensi che io abbia dovuto venire o sia dovuto venire? E meglio utilizzare il pronome soggetto b. I verbi regolari Partire = i Part issi Part issi Part isse Part issimo Part iste Part … Un saluto “Che cosa gliene poteva fregare che in quel momento il commercio estero cinese attraversasse una crisi?” Queste frasi sono corrette? Buona giornata Check New verb . Grazie per l’aiuto ! oppure è quasi sicuro che? Un saluto A presto A presto Non vorrei che i libri arrivassero quando gli studenti sono già partiti…”, Caro Giorgio, l’uso del congiuntivo è corretto, ma ti faccio qualche altra correzione: “chiedo scusa se insisto con la mia richiesta. Mi è piaciuto molto questa lezione. Nella frase “ci piacerebbe che tu restassi a cena = we would like you to stay for dinner”, il congiuntivo imperfetto è ipotetico, infatti potremmo sostituire ‘che’ con ‘se’: “ci piacerebbe se tu restassi a cena = we would be pleased if you stayed for dinner”, senza cambiare minimamente il significato della frase. Un saluto Grazie Speravo che voi (tornare) presto. Cara Prof. Anna, R. Cara Renata, nella risposta infatti c’è un errore (che è stato corretto), la regola vuole che quando nella principale c’è un verbo che esprime volontà o desiderio al condizionale passato se la subordinata è al congiuntivo imperfetto esprime contemporaneità e posteriorità, se è al congiuntivo trapassato esprime anteriorità; per quanto riguarda le altre frasi: 1- ho incontrato Maria ma non posso dire che mi piaccia; 2- ho incontrato Maria a non posso dire che mi sia piaciuta; 3- sì, ma non posso dire che mi piaccia. – non avrei mai pensato che potessero rispondermi o non avrei mai pensato che mi avrebbero risposto, Cara Margaret, nel primo caso è corretta la frase con il condizionale, nel secondo caso sono entrambe corrette, ma nella prima frase, quella con il congiutivo imperfetto, abbiamo un rapporto di contemporaneità tra principale e subordinata, mentre nella seconda frase, quella con il condizionale passato, abbiamo invece un rapporto di posteriorità tra principalee subordinata. Potrebbe spiegarmi di che tipo di proposizioni si trattta? 4.) Please remember that the use of the congiuntivo in Italian does not translate always or even often to the English subjunctive, so as you pay attention to the … Prof. Anna, alla domanda: perché non ti sei preoccupato di tuo figlio? “Lo misi alla prova per vedere come si sarebbe comportato”, Caro Matteo, il periodo che mi scrivi è corretto. Me ne darebbe conferma, gentilmente? grazie, Caro Giorgio, la frase 4 non è corretta, è corretto dire: “andrò a casa purché Mario riesca a entrarci, perché ha dimenticato le chiavi”, anche la frase 5 non è corretta, ma è corretto dire “si comportava come se ci conoscessimo da molto tempo”. Prof. Anna. Prof. Anna. Buongiorno professoressa Anna. Mi ha aiutato molto. vorrei sapere se la frase seguente è corretta: Cara Ambra, meglio dire: “non è che voglia….”, ma sarebbe corretto anche l’indicativo. Un saluto Dipendono da una principale, ed esse l’arricchiscono portando delle notizie supplementari. Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, i dubbi sulla concordanza dei tempi tra reggente e subordinata sono sempre numerosi, oggi vedremo quali tempi verbali usare per esprimere il rapporto di contemporaneità. A presto Commento document.getElementById("comment").setAttribute( "id", "f6f87dfd337d80d86d98da5735cbf825" );document.getElementById("d1e066488a").setAttribute( "id", "comment" ); MI È PIACIUTO FARE QUESTO ESERCIZIO. Dal momento che alla voce attiva dell'imperfetto l'accento si ritrae di una sillaba indietro, i verbi parossitoni (del primo gruppo) bisillabici devono crearne una terza. Weilà raga! Prof. Anna, Gentile Prof. Anna, buongiorno. E, infine, vorrei capire meglio se questa frase è più logica con cong o indicativo: ero curioso di vedere che reazione avrebbe avuto quando lo avrei smascherato/avessi smascherato. Una domandina.. Avevo scritto ad una persona per chiedere alcune informazioni, ma loro non hanno risposto. Prof. Anna, Buongiorno, la frase ‘Per chi volesse andare, glielo facesse presente ‘ è corretta? ?grazie cordiali saluti, Ciao . cioè “Il verbale della polizia riportava che Tizio avesse le cinture di sicurezza;? Ero quasi sicura che tu sperassi che io mi dimenticassi di te, Cara Barbara, il periodo che mi scrivi è corretto. Grazie in anticipo per il chiarimento, un saluto, Caro Marco, è corretto “sia assegnato”. Allora rispondo; “ma come potrei sapere che siate in vacanza?” e mi hanno preso in giro.. Ho appena scoperto questo sito… Buonissimo! Prof. Anna, Mi è piaciuta molto questo sito perché ho capito i tempi verbali, in speciali il congiuntivo. Grammatica Esercizi Vocabolario. Prof. Ana, Buongiorno… Io ho usato l’ausiliare essere pero mi è venuto un dubbio. Esempio: Era un errore così enorme usare il congiuntivo presente o la frase così discortese? dice ci vorrebbe uno che si intenda o si intendesse di questioni tattiche? prof., Caro Stefano, si dovrebbe usare il congiuntivo imperfetto perché il verbo della principale è un verbo di desiderio o volontà coniugato al condizionale; mentre se fosse per esempio coniugato al presente (ci vuole uno che esalti le qualità della squadra) il congiuntivo presente sarebbe corretto. È corretta la seguente espressione? So: Grazie, Caro Niccolo, le frasi corrette sono: “vorrei tanto risvegliarmi e scoprire che tutto questo era-è stato solo un incubo”; “non è giusto che un giorno renderai migliore la vita di qualcuno che non ti apprezzerà e meriterà mai quanto me”. Prof. Anna, Le risulta scorretto dire: Samanta sarebbe il caso che tu stia tranquilla. Abbiamo preferito evitare di sovraccaricare la lezione con troppe nozioni per non creare confusione, però visto che l’hai fatto notare abbiamo deciso di aggiungere una nota nella spiegazione scritta. Un saluto L'IMPERFETTO . Prof. Anna, Bellissimo questo sito e vorrei approfittare per togliermi un dubbio che mi ronza in testa da qualche giorno. Per esempio nella frase: "Marco si chiedeva perché non, Il tempo imperfetto del congiuntivo si usa per esprimere. I verbi che al presente indicativo cambiano la loro accentazione come espérer, oppure la aggiungono come acheter, o ancora raddoppiano l’ultima consonante di radice come appeler, formano il congiuntivo imperfetto con lan loro normale radice, senza subire alterazioni: ESPÉR -, ACHET-, APPEL-. Prof Anna è corretto dire: mi ero scordata come ci si sentisse dopo aver guardato un bel film ? The "congiuntivo trapassato" of dire would be avessi detto.Neither of them is at the "congiuntivo imperfetto": that would be capisse and dicessi … A presto Il congiuntivo imperfetto si utilizza, sia nelle proposizioni indipendenti sia in quelle dipendenti, per esprimere una speranza o un augurio, che è possibile (ma non sicuro) che si realizzino. congiuntivo, imperfetto. Carla, Cara Carla, la scelta tra congiuntivo presente o imperfetto dipende dal grado di probabilità che si vuole esprimere: il congiuntivo presente presenta l’ipotesi come piú probabile rispetto al congiuntivo imperfetto. Seguo con molta attenzione le sue correzioni.Grazie Congiuntivo o condizionale? Il congiuntivo presente presenta il desiderio dell’interlocutore come piú probabile rispetto al congiuntivo imperfetto; quindi i primi due periodi che mi scrivi sono corretti. L’IMPERFETTO INDICATIVO italiano. Giancarlo, Caro Giancarlo, in questo caso è corretto usare l’indicativo “si intendeva”. In italiano, il congiuntivo è il modo del verbo con cui si esprimono sentimenti come il dubbio, il desiderio, l’incertezza o la possibilità.Se l’indicativo è il modo della certezza o dell’obiettività, con il congiuntivo si dà invece voce alla soggettività di chi scrive o di chi parla, e come tale viene utilizzato soprattutto nelle subordinate. sEMPRE CHE FACCIO QUESTI ESERCIZI SONO SICURO CHE RIESCO A CIMENTARE SEMPRE DI più la lingua italiana con tutte le sue regole. E già che ci sono è più corretto pensavo fosse una cosa che aveva o avesse potuto fare? Ho il dubbio tra c’era o ci fosse. Buonasera Prof. Anna, sarebbe possibile sapere se è più corretto dire ero passato per vedere come lui si sentiva o come si sentisse?

Location Matrimoni Sul Mare, I Don't Know What Love Is Traduzione, Italia-polonia 1974 Combine, Storia Dell'arte Contemporanea Youtube, Rosa Croazia 2020, Misure Di Tempo Scuola Primaria Video, Happy Birthday Metal, Conta Giorni App, Giorni Della Settimana Significato Esoterico,