Differenze tra le varie redazioni della parabola. %PDF-1.5 I sommi sacerdoti e gli scribi cercavano di farlo perire e così anche i notabili del popolo; [48]ma non sapevano come fare, perché tutto il popolo pendeva dalle sue parole. [32]Egli rispose: «Andate a dire a quella volpe: Ecco, io scaccio i demòni e compio guarigioni oggi e domani; e il terzo giorno avrò finito. [13]Nessun servo può servire a due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro oppure si affezionerà all'uno e disprezzerà l'altro. [22]Il servo disse: Signore, è stato fatto come hai ordinato, ma c'è ancora posto. [5]Chiamò uno per uno i debitori del padrone e disse al primo: [6]Tu quanto devi al mio padrone? Nel corso del banchetto, Luca situa una serie di tre parabole: la parabola dell’invitato (vv. Ecco svelato il perché di tanti scandali nella Chiesa! [12]Disse dunque: «Un uomo di nobile stirpe partì per un paese lontano per ricevere un titolo regale e poi ritornare. [5]Ritrovatala, se la mette in spalla tutto contento, [6]va a casa, chiama gli amici e i vicini dicendo: Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora che era perduta. [20]Tu conosci i comandamenti: Non commettere adulterio, non uccidere, non rubare, non testimoniare il falso, onora tuo padre e tua madre». [28]Egli si arrabbiò, e non voleva entrare. E gli disse: [19]«Alzati e và; la tua fede ti ha salvato!». (16) È inoltre possibile procedere all’aggiudicazione di appalti che rispondano a requisiti pertinenti a varie attività, che possono essere eventualmente soggetti a regimi giuridici diversi. [20]Un mendicante, di nome Lazzaro, giaceva alla sua porta, coperto di piaghe, [21]bramoso di sfamarsi di quello che cadeva dalla mensa del ricco. [19]Un altro disse: Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego, considerami giustificato. Per quelle nozze tutto viene preparato con la massima attenzione e abbondanza. Taglialo. A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più. A questo punto, ci si potrebbe domandare perché quella persona si espresse in quel modo, visto che Gesù non aveva speso una parola intorno al regno di Dio. Occorre precisare che non si dovrebbe impedire agli enti aggiudicatori di scegliere se applicare la presente direttiva a taluni appalti misti invece della direttiva 2009/81/CE. [28]Dette queste cose, Gesù proseguì avanti agli altri salendo verso Gerusalemme. [29]Ma Abramo rispose: Hanno Mosè e i Profeti; ascoltino loro. Il figlio perduto e il figlio fedele: "il figlio prodigo". ���ݡ�c �"��4��g�kՕJ�Ʈ�,��8��@VE~}�o����!9?%x���x_?��Gl����{�a�X,��bv >#xX�p�Ne��ov=jɰ.�Na��l�3��,'�ѥ�W�4N\�K�Lڋ��(7h-�cӖ���C���m�. [18]Un notabile lo interrogò: «Maestro buono, che devo fare per ottenere la vita eterna?». [25]E' più facile per un cammello passare per la cruna di un ago che per un ricco entrare nel regno di Dio!». 3 0 obj Progetto di formazione e prevenzione su bullismo e cyberbullismo. [16]Disse poi una parabola: «La campagna di un uomo ricco aveva dato un buon raccolto. E tutto il popolo, alla vista di ciò, diede lode a Dio. [15]Uno dei commensali, avendo udito ciò, gli disse: «Beato chi mangerà il pane nel regno di Dio!». [19]E' simile a un granellino di senapa, che un uomo ha preso e gettato nell'orto; poi è cresciuto e diventato un arbusto, e gli uccelli del cielo si sono posati tra i suoi rami». Guarigione di un idropico in giorno di sabato. [12]Disse poi a colui che l'aveva invitato: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici, né i tuoi fratelli, né i tuoi parenti, né i ricchi vicini, perché anch'essi non ti invitino a loro volta e tu abbia il contraccambio. [15]Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce; [16]e si gettò ai piedi di Gesù per ringraziarlo. La parabola fa seguito a quella dei due figli (21,28-32) e a quella dei vignaioli omicidi (21,33-46): con esse delinea un quadro di rottura e costituisce una predizione del castigo d'Israele per aver respinto, con il rifiuto del Vangelo portato da Gesù, l'invito a… [23]Il padrone allora disse al servo: Esci per le strade e lungo le siepi, spingili a entrare, perché la mia casa si riempia. Quando gli fu vicino, gli domandò: [41]«Che vuoi che io faccia per te?». [23]Stando nell'inferno tra i tormenti, levò gli occhi e vide di lontano Abramo e Lazzaro accanto a lui. [12]Digiuno due volte la settimana e pago le decime di quanto possiedo. [10]Invece quando sei invitato, và a metterti all'ultimo posto, perché venendo colui che ti ha invitato ti dica: Amico, passa più avanti. [33]Però è necessario che oggi, domani e il giorno seguente io vada per la mia strada, perché non è possibile che un profeta muoia fuori di Gerusalemme. [4]Ma essi tacquero. Anche se l’invito viene dal re, gli ospiti non accettano l’invito. E’ la “Chiesa degli invitati”, ha aggiunto: “Essere invitati, essere partecipi in una comunità con tutti”. [55]E quando soffia lo scirocco, dite: Ci sarà caldo, e così accade. [32]Ricordatevi della moglie di Lot. Sì, ve lo dico, temete Costui. [34]Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi coloro che sono mandati a te, quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli come una gallina la sua covata sotto le ali e voi non avete voluto! Ci rattrista, invece, che alcuni degli invitati, anche se cortesemente, abbiano declinato l’invito adducendo impegni patrimoniali. Dopo la sua morte e il suo ritorno in cielo, la persecuzione che i discepoli subiranno renderà evidente quello che i giudei in generale pensano di Gesù: non lo vogliono come Re ( Giovanni 19:15, 16; Atti 4:13-18; 5:40 ). 3 Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non volevano venire. Il re prova di nuovo. [18]Poi si presentò il secondo e disse: La tua mina, signore, ha fruttato altre cinque mine. Il primo disse: Ho comprato un campo e devo andare a vederlo; ti prego, considerami giustificato. [24]Quando Gesù lo vide, disse: «Quant'è difficile, per coloro che possiedono ricchezze entrare nel regno di Dio. Matteo colloca la parabola nella discussione accesa tra Gesù ed i capi del popolo ebraico poco prima della passione di Gesù; Luca invece la mette in un contesto di maggior dialogo tra Gesù ed i farisei.. AϻW���;Ȭ��HÚ��� @��N ��u�]�u`�^'Z�����G�А�����-.Ş��b �ڣ�=��g��/�k�Ji(vH�W�"���`m��nX Coloro che non accettano Gesù come Salvatore (Giovanni 4:42; Atti 4:12) e Signore (Atti 10:36; 16:31; Romani 10:13); diventa loro giudice e distruttore, cadrà su coloro che lo hanno respinto (Matteo 25:31-46; Giovanni 5:22; Atti 17:31). [11]C'era là una donna che aveva da diciotto anni uno spirito che la teneva inferma; era curva e non poteva drizzarsi in nessun modo. [15]Il Signore replicò: «Ipocriti, non scioglie forse, di sabato, ciascuno di voi il bue o l'asino dalla mangiatoia, per condurlo ad abbeverarsi? [13]Chiamati dieci servi, consegnò loro dieci mine, dicendo: Impiegatele fino al mio ritorno. [36]Sentendo passare la gente, domandò che cosa accadesse. E mandò i suoi schiavi a chiamare gli invitati alla festa di nozze, ma questi non volevano venire” (Matteo 22:2, 3). [16]Si presentò il primo e disse: Signore, la tua mina ha fruttato altre dieci mine. [4]O quei diciotto, sopra i quali rovinò la torre di Sìloe e li uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? [33]Chi cercherà di salvare la propria vita la perderà, chi invece la perde la salverà. [8]Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto». (Thus) looking after oneself, one looks after others; and looking after others, one looks after oneself. [2]I farisei e gli scribi mormoravano: «Costui riceve i peccatori e mangia con loro». [2]E' meglio per lui che gli sia messa al collo una pietra da mulino e venga gettato nel mare, piuttosto che scandalizzare uno di questi piccoli. [13]Il pubblicano invece, fermatosi a distanza, non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo: O Dio, abbi pietà di me peccatore. [23]La vita vale più del cibo e il corpo più del vestito. [21]Il figlio gli disse: Padre, ho peccato contro il Cielo e contro di te; non sono più degno di esser chiamato tuo figlio. LA SVENTURA DEGLI INVITATI E L’OSTINATEZZA DEL RE. Vi dico infatti che non mi vedrete più fino al tempo in cui direte: Benedetto colui che viene nel nome del Signore!». [34]Perché dove è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore. Il servo disse Signore, è stato fatto come hai ordinato, ma c'è ancora posto". [23]Portate il vitello grasso, ammazzatelo, mangiamo e facciamo festa, [24]perché questo mio figlio era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato. Il padre allora uscì a pregarlo. [50]C'è un battesimo che devo ricevere; e come sono angosciato, finché non sia compiuto! Il tema è quello del rifiuto e di conseguenza del giudizio: il re entra e si accorge che uno degli invitati non ha la veste nuziale. Sapevi che sono un uomo severo, che prendo quello che non ho messo in deposito e mieto quello che non ho seminato: [23]perché allora non hai consegnato il mio denaro a una banca? [6]Disse anche questa parabola: «Un tale aveva un fico piantato nella vigna e venne a cercarvi frutti, ma non ne trovò. Oppure siamo gli invitati che accettano l’invito di Dio? Nella versione di Luca la parabola racconta dell’invito rivolto a poveri, storpi, ciechi e zoppi (cf. sito web senza pubblicità. [31]Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila? [24]Guardate i corvi: non seminano e non mietono, non hanno ripostiglio né granaio, e Dio li nutre. [25]Il figlio maggiore si trovava nei campi. Ovviamente la parabola non vuole mettere in luce la folle pretesa del re, quanto piuttosto sottolineare il rischio dei commensali di sentirsi "garantiti" per il semplice fatto di trovarsi lì. [14]I farisei, che erano attaccati al denaro, ascoltavano tutte queste cose e si beffavano di lui. Allontanatevi da me voi tutti operatori d'iniquità! [3]Pertanto ciò che avrete detto nelle tenebre, sarà udito in piena luce; e ciò che avrete detto all'orecchio nelle stanze più interne, sarà annunziato sui tetti. The practice of mindfulness requires the focused attention of an acrobat balancing on a bamboo pole. La parabola degli invitati al banchetto (Mt 22,1-14): ... Ma gli invitati non erano degni visualizza scarica. [10]Così, vi dico, c'è gioia davanti agli angeli di Dio per un solo peccatore che si converte». Succede del Regno dei cieli come quando un uomo, un re, decise di fare la festa di nozze per suo figlio. [10]Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: Siamo servi inutili. [29]Ma lui rispose a suo padre: Ecco, io ti servo da tanti anni e non ho mai trasgredito un tuo comando, e tu non mi hai dato mai un capretto per far festa con i miei amici. E cominciarono a far festa. [3]No, vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. [29]Ed egli rispose: «In verità vi dico, non c'è nessuno che abbia lasciato casa o moglie o fratelli o genitori o figli per il regno di Dio, [30]che non riceva molto di più nel tempo presente e la vita eterna nel tempo che verrà». [27]E quei miei nemici che non volevano che diventassi loro re, conduceteli qui e uccideteli davanti a me». Gesù approva le acclamazioni dei suoi discepoli. %���� [29]Quando fu vicino a Bètfage e a Betània, presso il monte detto degli Ulivi, inviò due discepoli dicendo: [30]«Andate nel villaggio di fronte; entrando, troverete un puledro legato, sul quale nessuno è mai salito; scioglietelo e portatelo qui. [1]Si avvicinavano a lui tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. [37]Allora i discepoli gli chiesero: «Dove, Signore?». lo guarisce e lo licenzia. [14]Appena li vide, Gesù disse: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». Page Transparency See More. [5]No, vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo». [12]Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi i quali, fermatisi a distanza, [13]alzarono la voce, dicendo: «Gesù maestro, abbi pietà di noi!». [32]Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto di darvi il suo regno. E il padre divise tra loro le sostanze. La parabola del banchetto di nozze è riportata anche da Luca, però in un contesto diverso. [14]Ma i suoi cittadini lo odiavano e gli mandarono dietro un'ambasceria a dire: Non vogliamo che costui venga a regnare su di noi. [4]A voi miei amici, dico: Non temete coloro che uccidono il corpo e dopo non possono far più nulla. Molti dei primi invitati, che raffigurano i chiamati dell'alleanza del Sinai, rifiutarono, quindi furono invitati altri, ossia anche i pagani che accettano l'invito, ma l'invitato deve indossare l'abito nunziale, la veste bianca del battesimo. [14]Ma il capo della sinagoga, sdegnato perché Gesù aveva operato quella guarigione di sabato, rivolgendosi alla folla disse: «Ci sono sei giorni in cui si deve lavorare; in quelli dunque venite a farvi curare e non in giorno di sabato». Questo banchetto raffigura ciò che Dio Padre, intende preparare per noi suoi figli. [31]In quel giorno, chi si troverà sulla terrazza, se le sue cose sono in casa, non scenda a prenderle; così chi si troverà nel campo, non torni indietro. Non potete servire a Dio e a mammona». [5]Poi disse: «Chi di voi, se un asino o un bue gli cade nel pozzo, non lo tirerà subito fuori in giorno di sabato?». [9]E dopo averla trovata, chiama le amiche e le vicine, dicendo: Rallegratevi con me, perché ho ritrovato la dramma che avevo perduta. Lc 14,15-24) 22 1Gesù riprese a parlare loro con parabole e disse: 2«Il regno dei cieli è simile a un re, che fece una festa di nozze per suo figlio. [17]Allora rientrò in se stesso e disse: Quanti salariati in casa di mio padre hanno pane in abbondanza e io qui muoio di fame! Board Game. [40]Gesù allora si fermò e ordinò che glielo conducessero. [19]Anche a questo disse: Anche tu sarai a capo di cinque città. [8]Non gli dirà piuttosto: Preparami da mangiare, rimboccati la veste e servimi, finché io abbia mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai anche tu? La parabola, non parla degli sposi e neppure della celebrazione che vien fatta, ma della solennità della festa che il re intende fare. stream [26]Allora comincerete a dire: Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze. [22]Poi disse ai discepoli: «Per questo io vi dico: Non datevi pensiero per la vostra vita, di quello che mangerete; né per il vostro corpo, come lo vestirete. Subito quella si raddrizzò e glorificava Dio. E gli altri nove dove sono? [32]Gli inviati andarono e trovarono tutto come aveva detto. Nel caso della parabola ad asse di simmetria orizzontale valgono considerazioni del tutto analoghe rispetto al caso verticale, solo che l'equazione della parabola si presenta nella forma . [57]E perché non giudicate da voi stessi ciò che è giusto?