He played at the point guard position. La Prigione Russa - Kremen Q: Rinchiusi nella cella di uno squallido carcere russo, il vostro obiettivo è cercare di evadere. (1970-71), Samizdat: cronaca di una nuova vita nell'URSS, Non temere alcun male - I miei nove anni nel lager di Brezhnev, L'impossibile perdono. [53][54] La stima di Alexopoulos tuttavia ha evidenti difficoltà metodologiche,[50] essendo supportato da errata interpretazione di evidenza, come presumere che l'indicazione nel 1948 di centinaia di migliaia di prigionieri "diretti verso altri luoghi di detenzione" fosse un eufemismo per indicare il rilascio di prigionieri sull'orlo della morte in colonie di lavoro, quando si riferirebbe realmente al loro trasporto interno nel sistema dei Gulag, piuttosto che alla loro liberazione. Pubblicato nel 1946 in inglese e tradotto nel 1948 in italiano per Longanesi. Per la serie giochi di 'fuga da una stanza', osservate bene l'ambiente che vi circonda, raccogliete tutti gli oggetti utili alla vostra fuga, e poi cercate di utilizzarli nella maniera corretta... è questo l'unico modo per scappare da lì! Storia dei campi di concentramento sovietici, The Road to Terror: Stalin and the Self-Destruction of the Bolsheviks, 1932-1939, Victims of the Soviet Penal System in the Pre-war Years: a first approach on the basis of archival evidence, Victims of Stalinism and the Soviet Secret Police: The Comparability and Reliability of the Archival Data - Not the Last Word, Storia del Gulag: dalla collettivizzazione al Grande terrore, Pietro Leoni testimone di speranza nei gulag sovietici, The Economics of Forced Labour: The Soviet Gulag, Il libro nero del comunismo. Se negli anni venti e trenta le popolazioni autoctone spesso aiutavano i fuggitivi (e talvolta rimanevano vittime di ladri), allorché vennero allettate da laute ricompense, presero ad aiutare le autorità a catturarli. «Il lager è una scuola negativa per chiunque, dal primo all'ultimo giorno [...] L'uomo non deve vederlo. sind ein ostslawisches Volk mit etwa 137 Millionen Angehörigen, davon rund 115 Millionen in Russland, etwa 17 Millionen in den anderen Folgestaaten der Sowjetunion und etwa sechs Millionen in weiteren Staaten. Tornano così le prigioni che fiorirono negli Stati Uniti e in Europa occidentale oltre 150 anni fa. [16] Dei 10-12.000 polacchi deportati a Kolyma, soprattutto prigionieri di guerra, solo 583 uomini sopravvissero. Verso la fine del secolo XIX … Tuttavia anche nel periodo precedente nelle carceri si aveva un atteggiamento di disprezzo verso i deboli e i sudici. WikiZero Özgür Ansiklopedi - Wikipedia Okumanın En Kolay Yolu . In aggiunta alla categoria più comune di campi nei quali si praticavano lavoro fisico pesante e vari tipi di detenzione, esistevano anche altre forme. Nella letteratura italiana, la traduzione del significato dell'acronimo non è unanime: in Arcipelago Gulag (1974-75-78) si trova "Direzione generale dei Lager", mentre in Fra i deportati dell'U.R.S.S. Cronache dal Gulag, Una lunga notte. La religione ortodossa è la più diffusa in Russia con oltre il 41% della popolazione. Il numero di prigionieri crebbe ogni anno abbastanza gradualmente dal 1930 (176.000) al 1934 (510.307), e poi più rapidamente fino all'impennata del 1938 legata alle purghe (1.881.570), per diminuire durante la seconda guerra mondiale a causa dei reclutamenti nell'esercito (1.179.819 nel 1944). Posted on gennaio 2, 2009 by lanuovanebbia. Ma alla fine esso fu trasformato in un lager ordinario; in effetti alcuni storici ritengono che Solovki fosse un prototipo dei lager. In occidente, il termine Gulag era ampiamente diffuso sui giornali fin dagli anni quaranta e, in contesti più limitati, dagli anni trenta. Dancing under the Red Star: the extraordinary story of Margaret Werner... Bagne rouge. voci di architetture militari presenti su Wikipedia, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Prigione_di_Butyrka&oldid=115587226, Voci con campo Ref vuoto nel template Infobox struttura militare, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Data la fama di prigione dalla quale era impossibile evadere, nel 1908 il grande illusionista, Nel 2009, preparandosi per il ruolo di Whiplash in. Vi erano due tipologie principali di Gulag, i campi speciali VČK (Večeka; in russo: особые лагеря ВЧК?, traslitterato: Osobye lagerja VČK) e i campi di lavoro forzato (in russo: лагеря принудительных работ?, traslitterato: lagerja prinuditel'nych rabot). Figure di spicco che vissero l'internamento in un Gulag furono: «The long-awaited archival evidence on repression in the period of the Great Purges shows that levels of arrests, political prisoners, executions, and general camp populations tend to confirm the orders of magnitude indicated by those labeled as "revisionists" and mocked by those proposing high estimates.», «For decades, many historians counted Stalin' s victims in 'tens of millions', which was a figure supported by Solzhenitsyn. Un général soviétique dans les camps de Staline, Katorga: un Européen dans les camps de la mort soviétiques, Une absurde cruauté: témoignage d'une femme au Goulag, Gulag. più che a quelli che erano "liberamente stabiliti" nei pressi dei campi. Nella Russia delle Purghe staliniane, finirono in carcere, spesso con accuse assurde e pretestuose, anche cervelli finissimi: scienziati, ingegneri, medici… Per loro non c’era il lavoro forzato nelle miniere, ma quello nella sharashka, istituti di ricerca scientifica o progettazione tecnica in cui erano impiegati i prigionieri più colti. Dieci anni dietro il sipario di ferro, 11 anni nelle prigioni e nei campi di concentramento sovietici, Sortilegio. In alcuni casi, interi gruppi di detenuti venivano deportati in un nuovo territorio con scorta limitata di risorse e abbandonati all'alternativa di costruire un nuovo campo o morire. Le radici pagane. I "politici" continuarono a essere tenuti in uno dei campi più famosi, "Perm-36", fino al 1987 quando fu chiuso.[28]. Durante la rivoluzione di febbraio del 1917, i proletari di Mosca liberarono tutti i prigionieri politici dal carcere. "», «Хотя даже по самым консервативным оценкам, от 20 до 25 млн человек стали жертвами репрессий, из которых, возможно, от пяти до шести миллионов погибли в результате пребывания в ГУЛАГе. La casta dei degradati comparsa nelle prigioni russe solo negli anni 60. Durante la seconda guerra mondiale la popolazione dei campi di concentramento diminuì significativamente a causa della "liberazione di massa" di centinaia di migliaia di prigionieri arruolati di forza in reparti di disciplina e inviati direttamente al fronte. 1918–1960, Articolo 58 del Codice penale della RSFSR, Commissariato del popolo per gli affari interni, Repressione della Chiesa ortodossa in Unione Sovietica, Utilizzo della psichiatria a fini politici in Unione Sovietica, Censura delle immagini in Unione Sovietica, espulsione dei tedeschi dopo la seconda guerra mondiale, deportazione dei cinesi in Unione Sovietica, Occupazione sovietica delle repubbliche baltiche, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Gulag&oldid=117469843, Errori del modulo citazione - citazioni con parametri ridondanti, Collegamento interprogetto a Wikisource presente ma assente su Wikidata, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Campi per "mogli di traditori della Patria" (esisteva una categoria particolare di repressi: ". [29][30] Dopo l'iniziale creazione del Gulag nel 1926, man mano le varie organizzazioni confluirono al suo interno sotto il controllo dell'NKVD. The story of a prisoner in Russia, My thirty-third year: a priest's experience in a Russian work camp, Beria's gardens. Ad ogni modo la decisione di rimanere nel campo era influenzata anche dalla coscienza delle restrizioni che li attendevano in ogni altro posto. Crimini, terrore, repressione, articolo 58 del codice penale della Repubblica Federale Socialista Sovietica di Russia, Membri della famiglia dei traditori della Patria, Главное управление исправительно-трудовых лагерей. Diario di un reduce dalla prigionia sovietica, Né vivi né morti. Confess! Attualmente, la "Butyrka" è ancora una delle prigioni più grandi di Mosca. [72] Nel 1936 furono molto popolari i libri di Ivan Solonevič (tradotti in una decina di lingue, in italiano nel 1939,[73] furono fra i primi ad introdurre in Occidente il termine Gulag), tanto che i servizi segreti sovietici assassinarono la moglie e il figlio dell'autore. [5], Il taglio e trasporto del legname e il lavoro in miniera erano le attività più comuni e più dure. Nel 1945 tornò a crescere fino al 1950, raggiungendo il valore massimo (oltre 2.500.000) che rimase pressappoco costante fino al 1953. Dagli anni venti, nei testi italiani erano usati i termini campo di concentramento o campo di lavoro forzato;[32][33][34][35] negli anni quaranta, per la notorietà dei campi nazisti, si è affiancato il termine tedesco Lager (col significato di "campo di concentramento") per indicare anche i campi sovietici; negli anni settanta, la risonanza del libro Arcipelago Gulag di Aleksandr Solženicyn portò ad usare il termine Gulag per indicare i campi (invece che l'organismo amministrativo), ma nella traduzione italiana del libro i campi sono sempre chiamati Lager. Dal 7 aprile 1930 i documenti ufficiali adottarono il termine ispravitel'no-trudovye lagerja (ITL) che sostituì l'espressione konclager (campo di concentramento) in seguito alle minacce di boicottaggio delle merci sovietiche mosse dalla Gran Bretagna e dagli USA.[31]. [5], Fino alla dissoluzione dell'Unione Sovietica non vi erano dati certi sui decessi dei reclusi, e diversi media occidentali ipotizzarono diversi milioni di morti,[6][7] alcuni anche in maniera funzionale alla propaganda anticomunista. Il campi sono diventati un argomento di grande influenza nel pensiero russo contemporaneo ed una parte importante del moderno folklore russo. Un carabiniere nei lager sovietici 1942-1946, An island Hell: A Soviet prison in the Far North, Out of the deep: letters from Soviet timber camps, I speak for the silent prisoners of the Soviets, Tell the West…an account of his experiences as a slave laborer, It happens in Russia: seven years of forced labour in the Siberia goldfields, White nights. Esodi e deportazioni in Europa 1853-1953, STALIN E GLI EBREI, COME LI USÒ, COME LI UCCISE, 25 FEBBRAIO 1956, KRUSCIOV DENUNCIA I CRIMINI DI STALIN, Testi approvati - Importanza della memoria europea per il futuro dell'Europa, "Perm-36" Soviet political repression camp (GULAG), The First Guidebook to Prisons and Concentration Camps of the Soviet Union, Oymyakon, il villaggio più freddo al mondo, La tabella, ricavata dai documenti dell'NKVD, è pubblicata in, Soviet Repression Statistics: Some Comments. [3] David Rousset, anch'egli vincitore in un processo per diffamazione contro il suddetto settimanale, si avvalse di diversi testimoni ed ottenne l'istituzione della Commission Internationale contre le regime concentrationaire (Commissione Internazionale contro il regime concentrazionario), che nel 1951 pubblicò il risultato delle sue ricerche ne Le livre blanc sur le camps concentrationnaires sovietiques (Il libro bianco sui campi di concentramento sovietici) e svolse analoghe ricerche e pubblicazioni sui campi cinesi.[77]. Benché questi campi fossero stati pensati per la generalità dei criminali, il sistema è noto soprattutto come mezzo di repressione degli oppositori politici dell'Unione Sovietica. Ai giorni nostri, convivono in Russia molteplici religioni, tra le quali prenderemo in considerazione le tre più rappresentative. Dopo lunghi periodi di detenzione, molti avevano perduto le precedenti capacità lavorative e i contatti sociali. istituzioni preliminari; colonie di lavoro educativi o giovanili; colonie di lavoro correttivo; e; prigioni. The tentative consensus says that once secret records of the Gulag administration in Moscow show a lower death toll than expected from memoir sources, generally between 1.5 and 1.7 million (out of 18 million who passed through) for the years from 1930 to 1953. La violenza nelle prigioni russe, nella seconda metà del ‘900, crebbe a livelli esponenziali. The odissey of an american communist youth who miraculously survived the harsh labor campis ok Kolyma, Till my tale is told: women's memoirs of the Gulag. «[...] more complete archival data increases camp deaths by 19.4 percent to 1,258,537. Le Carceri Russe - tensortom.com ; Palisiya sa personal nga impormasyon Non tutti i campi erano fortificati; in effetti, in Siberia alcuni erano delimitati da semplici pali. De cette langue commune slave sont issues une langue commune aux ecclésiastiques, le slavon d'église ou vieux-slave liturgique, et les multiples langues vernaculaires à l'origine des différentes langues slaves. Prigioni russe. Traduzioni in contesto per "in prigione" in italiano-russo da Reverso Context: in prigione per, andare in prigione, in una prigione, finire in prigione, stato in prigione Le torri della vecchia fortezza ospitarono il rivoluzionario Emel'jan Ivanovič Pugačëv, leader cosacco della grande insurrezione contadina del 1773-74, che qui venne giustiziato. [56] Mancare la quota significava ricevere minori razioni di sostentamento,[57] un ciclo che di solito causava conseguenze fatali, passando attraverso la spossatezza e la "devitalizzazione". La struttura venne eretta nel 1771 durante il regno di Caterina II di Russia come caserma per una guarnigione di cosacchi. L'opera di Šalamov (che ha richiesto all'autore circa 20 anni per la sua stesura) esplora con impressionante lucidità il rapporto tra l'uomo, la natura e il senso della vita, restituendo dei campi un'immagine agghiacciante, per via delle vicende vissute dai detenuti e per gli incredibili livelli di sofferenza esperiti. I bolscevichi nei primi anni '20, durante la guerra civile russa, aprirono il Lager Soloveckij, dove detenevano i prigionieri. Il sovraffollamento continua ad essere un problema costante. Illness and Inhumanity in Stalin's Gulag, «"New studies using declassified Gulag archives have provisionally established a consensus on mortality and "inhumanity." Nel 1920 fu pubblicato il primo libro (Prisoner of Trotsky's di A. Kalpašnikov), e decine di altre testimonianze furono pubblicate negli anni venti, anche in italiano. 5: Starobielsk and the trans-Siberian railway, L'età delle migrazioni forzate. Nel periodo dell'Unione Sovietica, il carcere accolse un gran numero di prigionieri politici, dissidenti del regime, e criminali comuni. Ma se lo vede, deve dire la verità, per quanto terribile sia. Oltre a politici, militari, scienziati, esponenti della cultura e antifascisti italiani rifugiati in Urss, perfino le mogli di altissimi esponenti del regime come Vjačeslav Molotov e Aleksandr Poskrëbyšev finirono nei gulag.[19]. Nel suo "discorso segreto" - che non fu pubblicato in Unione Sovietica fino al 1989 - ha detto che Josef Stalin "ha praticato la violenza brutale, non solo verso tutto ciò che gli si opponeva, ma anche verso ciò che sembrava, al suo carattere capriccioso e dispotico, contrario ai suoi concetti". Esistevano anche numerosi campi situati all'esterno dell'URSS, in Cecoslovacchia, Ungheria, Polonia, Mongolia, ma pur sempre sotto il controllo diretto dell'amministrazione centrale Gulag. Souvenirs d'une prisonnière aux pays des Soviets, Inseminarile unui taran deportat din Bucovina, Les années de ma vie. Ne I racconti di Kolyma si ripercorre la lunga detenzione dell'autore, durata circa diciassette anni, dove emerge con forza il ruolo del contesto nel determinare i comportamenti più efferati e la capacità, nonostante tutto, dell'uomo di andare avanti, giorno dopo giorno, anche, paradossalmente, grazie all'obnubilazione della mente a causa dell'assoluta scarsità di cibo e alle condizioni climatiche inumane. Illness and Inhumanity in Stalin’s Gulag, Challenging traditional views of Russian history, Between Nazis and Soviets: Occupation Politics in Poland, 1939–1947, A Polish life. Nel secondo dopoguerra una significativa parte dei reclusi fu costituita da tedeschi, polacchi, finlandesi, careliani, romeni, estoni, lettoni, lituani e altri prigionieri di guerra appartenenti a paesi occupati dall'Armata Rossa. [70][71] Descrizioni dettagliate dei primi campi delle isole Soloveckij e delle condizioni di maltrattamento e tortura dei prigionieri comparvero nel 1926 (Island hell di S. A. Mal'sagov) e nel 1927 (Un bagne in Russie rouge di Raymond Duguet). Il valore nutrizionale di una razione minima giornaliera era intorno alle 1.200 kilocalorie[65] (di molto inferiore al fabbisogno medio di apporto energetico giornaliero per qualsiasi fascia d'età[66]), principalmente da pane (distribuito in base al peso e chiamato "пайка", paika).[67]. Vi sono casi in cui i "liberamente insediati" riescono quasi a tornare ad una vita normale; matrimoni, figli e compleanni sono presenti all'interno dei campi. Condizioni in grado di "sospendere" una percezione realistica di sé: «con quale facilità l'uomo può dimenticare di essere un uomo» e rinunciare alla sottile pellicola della civiltà, se posto in condizioni di vita estreme (I racconti di Kolyma, introduzione). The arguments about excess mortality are far more complex than normally believed. Contextual translation of "russe" from Italian into Swedish. Attualmente, la "Butyrka" è ancora una delle prigioni più grandi di Mosca. L'edificio attuale venne eretto nel 1879 sul sito dove sorgeva il carcere-fortezza costruito dall'architetto Matvej Fëdorovič Kazakov ai primi dell'Ottocento. Inoltre, l'uso moderno del termine spesso non ha correlazione con l'URSS: per esempio in espressioni come "gulag nordcoreani" (vedi Kwalliso), "gulag cinesi" (vedi Laogai), o "il gulag privato dell'America". GOLFO ALEXOPOULOS. Kirilenko est sélectionné en 1999 au … [18], Con le grandi purghe dello stalinismo, tra il 1937 e il 1953 i reclusi crebbero in modo esponenziale. Il primo riferimento alla prigione di Butyrka risale al XVII secolo. Allorché molti ex prigionieri liberati furono reimprigionati durante l'ondata di arresti che iniziò nel 1947, ciò accadde soprattutto a coloro che avevano scelto di ritornare nei pressi della loro vecchia residenza, 'З/к' era in principio la sigla di "заключённый каналостроитель", "zaključënnyj kanalostroitel'" (scavatore di canali incarcerato), traendo origine dalla forza lavoro schiava del canale Volga-Don. Questi venivano eretti per varie categorie di persone considerate pericolose per lo Stato: criminali comuni, funzionari accusati di sabotaggio e malversazione, nemici politici e dissidenti, nonché ex nobili, borghesi e grandi proprietari terrieri, in generale "elementi che non contribuivano alla dittatura del proletariato". Durante il periodo delle "Grandi Purghe", la prigione arrivò a contenere circa ventimila detenuti. Molte canzoni di cantautori, specialmente Aleksandr Galich e Vladimir Visotski descrivono la vita dei lager, benché nessuno dei due ne sia stato prigioniero. La prigione di Butyrka (in russo: Бутырская тюрьма? R. Conquest, The Great Terror: A Re-assessment (London, 1992) does not really get to grips with the new data and continues to present an exaggerated picture of the repression. La lettera-racconto dell’attivista di Greenpeace arrestato. Un Guastatore Alpino nei lager sovietici, Dimenticati all'inferno. Documenti di stato sovietici dimostrano che tra i fini del Gulag c'era la colonizzazione di aree remote scarsamente popolate. Apprendendo delle scoperte Russe da numerosi articoli e interviste della CNN, BBC, ABC, AP, Boston Globe, New York Times e di altri mass media internazionali, le persone da diversi paesi hanno ordinato le Piramidi dalla Russia (che sono costruite dalla ABO Company usando la … Tuttavia, bisogna aggiungere a questa cifra la percentuale, seppur minima, dei diversi movimenti ortodossi generati dagli scismi della Chiesa ortodossa. I documenti degli archivi sovietici, minuziosi nella catalogazione di internati e decessi, rivelarono poi che fra il 1930 ed il 1956 sono stati registrati un totale di 1.606.748 morti,[5] su circa 18 milioni di persone che, secondo gli storici più accreditati, sono passate nei gulag.[8][9]. nécessaire] vivent en Russie et quelque 18 millions de plus vivent dans les pa… Die nationale Sprache der Russen ist … Pablo Prigioni (born May 17, 1977) is an Argentine professional basketball coach and a former player. Il numero massimo di prigionieri fu raggiunto nel 1950 con 2.525.146 reclusi. Inoltre, si raccomandava l'assegnazione al "libero insediamento" di coloro che avevano trascorso l'intero termine di carcerazione, ma ai quali era negata la libera scelta del luogo di residenza, e si assegnava loro un appezzamento di terra non distante dal luogo di confino. Eppure molti secoli fa le due date coincidevano, e il Natale in Russia cadeva più o meno in prossimità del solstizio d’inverno, come nel resto d’Europa.Alcune delle tradizioni natalizie hanno un’origine antichissima e risalgono a riti legati al culto pre-cristiano del Sole. Trascorsa la maggior parte della durata della pena, chi si era comportato bene poteva essere rilasciato per un "libero insediamento" (in russo: вольное поселение?, traslitterato: vol'noe poselenie) esterno al campo. Il nuovo leader del PCUS dimenticava però, come mostrarono dopo gli archivi del Politburo, che nascondeva di aver chiesto il permesso di sparare o incarcerare circa 70.000 persone, come capo del partito ucraino alla fine degli anni '30. Comunque, se ne trovavano in tutta l'Unione Sovietica, compresa la parte europea della Russia, la Bielorussia, l'Ucraina. Nel periodo dell'Unione Sovietica, il carcere accolse un gran numero di prigionieri politici, dissidenti del regime, e criminali comuni. I monasteri remoti erano di frequente riutilizzati come siti. Il tasso di mortalità nei gulag sovietici prima della seconda guerra mondiale oscillava tra il 2,1% e il 5,4% (con l'unica eccezione del 1933, anno delle Grandi purghe, quando raggiunse il 15,3% di morti tra i detenuti). I soggetti più esposti ai maltrattamenti erano coloro che copiavano i disegni di tatuaggi appartenenti ad altri detenuti. L'opera di Solženicyn segnò, dopo una lunga serie di testimonianze, il momento di massima denuncia del Gulag, seguita da poche altre.[68][69]. Définitions de PRIGIONI, synonymes, antonymes, dérivés de PRIGIONI, dictionnaire analogique de PRIGIONI (italien) La langue russe est issue du groupe des langues slaves formalisé dans le vieux-slave. Ang teksto puyde magamit ubos sa Creative Commons Attribution-ShareAlike License; puyde madugangan ang mga termino.Tan-awa ang Mga Termino sa Paggamit para sa mga detalye. Nel novembre 1991 il nuovo parlamento russo, la Duma, emanò la "Dichiarazione dei diritti e delle libertà dell'individuo" che garantì, in punto di principio, tra le altre libertà, il diritto di dissentire dal governo.