Nel XIV secolo la basilica era adibita a moschea, nel 1375 fra la basilica e il tempio di Artemide fu costruita una nuova moschea, la chiesa perse le sue funzioni di culto musulmano e fu completamente trascurata andando in rovina. A partire dal VII secolo a causa delle frequenti aggressioni degli Arabi, attorno alla chiesa vennero erette delle mura. Amleto Giovanni Cicognani, Il concilio ecumenico di Efeso e la divina maternita di Maria, atti del congresso nazionale mariano in commemorazione del XV centenario del concilio di Efeso (431-1931): conferenza del 7 maggio 1931 nella basilica dei ss. La suora aveva predetto che anche lui sarebbe morto quando il suo compito fosse terminato. Più magari un vago patriottismo ricreativo e consolatorio, da finestra o da balcone…, di Alessandro Gilioli Dall'invenzione della Chiesa alle furibonde lotte per il potere, attraverso le persecuzioni dei cristiani contro i cristiani, la nascita e l'espansione dell'Islam, fino al Sacro Romano Impero. La Vergine Maria, dopo l’ascensione di nostro Signore al cielo, visse ancora tre anni a Sion, tre a Betania e nove a Efeso. Please enable JavaScript on your browser to best view this site. Era una casa rettangolare di pietra, ad un piano solo, con tetto piatto e focolare al centro, situata tra i boschi al margine della città, perché la Vergine desiderava vivere appartata. La smania di indipendenza, alimentata dagli illusori modelli conformistici, delle politiche neoliberiste, hanno posto le condizioni per lo sgretolamento del tessuto sociale, esaltando l’autonomia dell’individuo a scapito della dimensione collettiva. Ella conservava pure alcune vesti di Gesù, tra le quali la tunica. JAVASCRIPT IS DISABLED. Proprio a Efeso l’apostolo visse certamente per lunghi periodi e venne qui anche sepolto. Vicino a questi vasi vidi un lino: mi sembrò che fosse quello con cui la Madre di Dio s’era servita per asciugare il sangue e le piaghe del corpo di Cristo. Anna Caterina Emmerich morì a Dülmen il 9 febbraio 1824. Soldi spesi benissimo!!!!! Fisica Quantistica e Conoscenze al confine. Gli apostoli credettero che ella avesse cessato di vivere. Tutto in lei faceva trasparire la continua preoccupazione dello spirito. Vi invito a un viaggio letterario e forse un po’ profetico nel futuro globale, partendo dai nostri giorni. Era come Gesù quando era asceso al cielo. Basti pensare alla dea Diana ad Efeso il cui tempio era una delle sette meraviglie del mondo antico. Suor Maria venne chiamata "Lady in blue" in Nordamerica, perché con oltre cinquecento fenomeni di bilocazione, riconosciuti persino dal Tribunale dell'Inquisizione, si manifestò anima e corpo nel "Nuovo Mondo" in Texas, Arizona e Messico per catechizzare le tribù. Vidi in questa città gli apostoli radunati per un concilio, c’era anche Tommaso. Prima di entrare in città si recò a visitare il monte degli Ulivi, il Calvario, il santo sepolcro e tutti gli altri luoghi santi che sono intorno a Gerusalemme. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Sorvolando sui sentieri del pensiero personale, osservo l’intrico denso di “storie” del mondo, comprese le mie, apparentemente compiute o incompiute… Mi domando se quelle apparentemente compiute lo siano veramente, o non siano – al contrario – quelle più foriere di una storia futura. Nell’oratorio, in una nicchia al centro del muro, vi era un tabernacolo in cui la Vergine teneva una croce lunga all’incirca un braccio. Questa monaca pur non avendo mai visitato questi luoghi, descrisse con impressionante esattezza il posto dove si trovava la casa di Maria a Efeso. Camminiamo velocemente, comunichiamo in modo essenziale e dormiamo meno delle generazioni che ci hanno preceduto. I giorni volano via velocemente e spesso non ne conserviamo nemmeno la memoria. Su Maria, la madre di Cristo, i Vangeli forniscono solo pochi particolari, offrendo della sua figura una descrizione essenziale, che nulla concede alla curiosità e all'aneddoto. Oggi lavoriamo molto di più e siamo più stressati dei nostri genitori e dei nostri nonni. Solo il suo corpo sembrava ancora di questo mondo, poiché lo spirito pareva già passato a felice dimora. Turkey, Europe Picture: Efeso-Casa della Madonna - Check out Tripadvisor members' 1,782 candid photos and videos. Quinta di nove figli, ebbe visioni fin dall’infanzia. Gordon Michael Scallion e la Mappa del Mondo che verrÃ. I nuovi misteri di Medjugorje, di cui i veggenti sono messaggeri, porgono un invito alla conversione per tutta l'umanità. In questo libro, monsignor Laurentin, insieme a Francois-Michel Debroise, studioso e appassionato di testi mistici, esamina settantasette episodi fondamentali della vita della Vergine, individuando, con un metodo comparato, i punti di convergenza e mettendoli a confronto con la verità rivelata dei Vangeli. Più tardi lì vicino fu costruita una magnifica chiesa. Dal 29 a.C. fu la capitale della provincia romana di Asia. Io penso che l’avessero intagliata Giovanni e Maria santissima. Giovanni lo convertì alla nuova fede. I campi obbligatori sono contrassegnati *. Qui fu condotta da Giovanni quando si scatenò la persecuzione degli Ebrei contro Lazzaro e le sue sorelle. L’uso delle tende iniziò a diffondersi tra i cristiani fin dall’inizio delle persecuzioni, perché spesso erano costretti a trasferirsi da un luogo all’altro. Le rivelazioni dei mistici sulla vita della Madonna, di René Laurentin, Francois-Michel Debroise, La forza dell'accettazione nel cammino della vita e della guarigione, Vangeli di Tomaso, Maria, Verità, Filippo, La luce e le tenebre, la vita e la morte, ciò che è a destra e cio che è a sinistra, sono fratelli fra di loro: non è possibile separarli. Ma anche alla fine del “racconto” di Anna Katharina Emmerick, rimaniamo con il nostro dubbio: come conciliare la “tradizione di Efeso” con quella di Gerusalemme? Il sito archeologico è veramente molto bello, ma anche molto grande e grazie alla brava e simpatica Irene ( guida turca parlante un ottimo italiano) ne abbiano visitato una vasta area . Ella stese le braccia con indicibile nostalgia e ho osservato il suo corpo librarsi al di sopra del giaciglio, totalmente sollevato in aria. Nel 1818, quando Anna Caterina aveva 45 anni, attirato dalla sua fama, venne a visitarla il famoso scrittore e poeta Clemens Maria Brentano, uno dei più importanti rappresentanti del romanticismo tedesco. E’ inoltre l’espressione di un forte disappunto nei riguardi di chi crede (prescindendo da chi ne detiene la proprietà) che quello monetario sia l’unico sistema possibile, ed è anche una critica all’indirizzo di chi, pur condividendo tale tesi, inizi a mostrare segni di indulgenza verso quelli che considero unicamente dei ricatti. Ho visto nubi luminose e tanti Angeli divisi in due Cori, e dalle nubi un raggio di luce raggiunse Maria. La vidi percorrere con la sua ancella i luoghi simbolici della passione del Signore. A Gerusalemme invece la Tomba della Vergine, o meglio quella che sarebbe dovuta diventare la tomba di Maria, si trova nella valle di Giosafat, in un santuario sotterraneo, posto molti metri al di sotto del livello stradale. Che valore hanno questi testi da un punto di vista storico? Nonostante lo sviluppo della tecnologia, che avrebbe dovuto aiutarci a risparmiare tempo, il potersi dedicare alle nostre passioni è diventato un lusso per pochi privilegiati. L’interazione etica, questa dimensione purtroppo dimenticata negli ultimi decenni, in nome del progresso e del benessere economico, sarà l’elemento ispiratore della presente riflessione, nella quale cercheremo di interrogarci sui malesseri che affliggono la persona in quest’era globale, ormai sotto scacco. A convalidare il fatto che questa sarebbe stata l’ultima dimora della Vergine Maria, ci sono una serie di elementi che attestano la veridicità del luogo: San Giovanni, nel suo Vangelo, dice che Gesù, prima di morire gli affidò la Madonna dicendo: “Ecco tua madre”. Una veduta della casa di Maria ad Efeso, in Turchia. Sulla base delle descrizioni della mistica tedesca Anna Katharina Emmerick, è stata ritrovata a Efeso la casa dove la Vergine visse dopo la morte di Gesù. Ma oggi? turchia qui mori' la madonna, efeso. Maria santissima fu così grave e sofferente che si pensò di prepararle una tomba in una caverna del monte degli Ulivi. Impareggiabile la vista della bellezza della biblioteca di Celso arrivando dalla via Sacra . Ad Efeso, quando si arriva sul posto, una lunga fila di pellegrini anticipa l’arrivo alla casa di Maria, una piccola costruzione posta tra i boschi, che ormai ricorda una piccola chiesa. Nei verbali del concilio di Efeso del 431 si scrive che Giovanni prese con sé Maria e venne ad Efeso e si stabilì per un periodo a Museion che era proprio nel posto dove è la chiesa della Madonna. Gli Atti degli Apostoli poi narrano che, dopo la morte di Cristo, la persecuzione imperversò a Gerusalemme. Quando Giovanni andava a visitarla, si scopriva il tabernacolo e, davanti al crocifisso, essi s’inginocchiavano e pregavano a lungo. Gli scavi hanno messo in luce i resti che rivelano che la chiesa aveva la pianta a croce, era sormontata da volte a botte, era preceduta da un atrio costruito a terrazze a causa della pendenza del terreno, aveva due cupole sulla volta centrale, due sui bracci laterali e due al centro. Sulla base delle descrizioni della Emmerich è stata anche ritrovata a Efeso la casa dove la Vergine visse dopo la morte di Gesù. Dopo gli Apostoli si avvicinarono a lei i discepoli, che ricevettero anch’essi la sua benedizione […]. A scriverle sono quattro grandi mistiche - Maria di Àgreda, Anna Katharina Emmerick, Maria Valtorta e Consuelo -, le quali hanno prodotto complessivamente un corpus di migliaia di pagine che, pur restando nell'ambito dell'ortodossia, è stato accolto dalla Chiesa in maniera discordante e con alterne fortune, ma nello stesso tempo ha avuto una enorme diffusione tra il popolo dei fedeli. Essa aveva le due braccia laterali a forma di Y, come ho sempre visto la prima croce di nostro Signore. «Esistono molti modi diversi per bruciare un libro: e il mondo è pieno di gente che corre su e giù con i fiammiferi accesi». Per questa contrada non passava quasi mai nessuno. la tradizione vuole che dopo la morte di gesu'. Tuttavia, questo sistema non si è creato da sé e, anche se gli economisti usano svariati nomi per descrivere il sistema economico attuale, esso è fondato su una sola ed unica base: il darwinismo sociale. Questo scritto è una ferma contestazione nei confronti di tutti coloro che hanno confuso il lavoro (dovere civico e morale, non coercitivo, svolto dall’uomo nell’interesse proprio e della comunità) con uno strumento di vessazione e costrizione atto a soggiogare l’intera umanità. EFESO CASA DELLA MADONNA L'ECO di San Gabriel . Efeso, oltre ad essere un sito archeologico molto speciale, è anche una meta molto importante di pellegrinaggio per i cristiani. Certamente però, in questo luogo, si onora la figura della Madre di Dio, che con la sua presenza silenziosa e orante tanta parte ha avuto anche nella nascita delle prime comunità cristiane. Tuttavia, nonostante la dovizia di epiteti che ne caratterizza il contenuto, malgrado il veemente eloquio ed i suoi toni chiocci, spero che questa mia filippica venga interamente intesa come nient’altro che una provocazione. La conseguenza principale e più grave è il rischio, ormai divenuto in buona parte certezza, che l’umanità subisca un veloce processo di de-umanizzazione, attraverso l’adozione e l’integrazione di sistemi di controllo totalizzanti. Lungo la strada fare una breve pausa sulla collina di Ayasuluk e ammirare la Basilica di San Giovanni costruita come tributo al Santo che ha composto i vangeli qui. Il tipo raffigura la Madonna seduta in trono, in abito di Basilissa (“Regina”) o “imperatrice”. Oggi assistiamo ad una convergenza del Neoliberismo con lo Statalismo capitalista in una forma di tecno-schiavismo. La piccola casa della santa Vergine era adiacente un bosco ed era circondata da alberi; la quiete e il silenzio dominavano il paesaggio circostante. Il sacerdote francese Don Julien Gouyet, dando credito a queste visioni, andò in Asia Minore alla ricerca della casa descritta da Katharina. Le visioni della Emmerich erano del tutto particolari: lei si separava dal corpo dopo essere stata “chiamata” dal suo angelo custode e il suo spirito si recava in Terra Santa dove assisteva agli episodi evangelici come se stessero avvenendo in quel momento; il giorno dopo li descriveva a Brentano. La tomba destinata ad accogliere il corpo della Madre di Gesù si trova sul lato orientale della cripta ed è ornata con icone e paramenti tipici della tradizione ortodossa. Nelle diverse qualità del legno, ravvisai le varie contemplazioni fatte dalla santa Vergine. La Vergine li assisteva con i suoi consigli. Così Angelo d’Orsi ricorda il grande sociologo polacco Zygmunt Bauman recentemente somparso (2017): “Il messaggio che ci affida è appunto di non smettere di scavare sotto la superficie luccicante del ‘mondo globale’, come ce lo raccontano media e intellettuali mainstream, che non solo hanno rinunciato al ruolo di ‘legislatori’, trasformandosi compiutamente in meri ‘interpreti’, ossia tecnici, ma sono diventati laudatores dei potenti”. Ma nel corso dei secoli, a partire dai Vangeli apocrifi, la straordinaria devozione che l'immagine della Vergine ha saputo suscitare ha finito per arricchire la sua biografia di numerosi dettagli. In questo luogo c'è la casa ove visse i suoi ultimi anni terreni Maria. La gita costa € 55+10 per il visto di ingresso in Turchia, comprende il viaggio in barca di circa un'ora e mezza, 20 minuti di bus da kusadasi a Efeso, la visita con guida del sito. Anna Katharina Emmerich nacque l’8 settembre 1774 a Flamsche, una località nei pressi di Dülmen in Vestfalia (Germania), in una famiglia molto povera di devoti contadini. Verso la fine dell’Ottocento apparve un libro intitolato: “La vita della Vergine secondo le rivelazioni della religiosa tedesca Anna Katharina Emmerick” e scritto da Clemens Maria Brentano (scrittore tedesco che raccolse le narrazioni della religiosa). E quel suo testimoniare l’affidamento alla volontà di Dio pronunciando il «sì» che ha cambiato la storia. All’esterno, sul lato destro della facciata del santuario, c’è la grotta dell’arresto, cioè il luogo del tradimento di Giuda. I nemici della libertà di stampa sono i mafiosi, certo, ma a volte pure i magistrati, gli uomini in divisa e ogni tanto perfino quelli in tonaca porporata. Era una casa rettangolare di pietra, a un piano solo, col tetto piatto e il focolare al centro, tra boschi al margine della città perché la Vergine desiderava vivere appartata.