I tanti provvedimenti dovuti all’emergenza Covid hanno ridisegnato il … In un contesto mutevole e che dà poche certezze, alcune scadenze restano per il momento non intaccate dalle misure del decreto Ristori e del decreto Ristori bis. La scadenza per la presentazione, di norma, è fissata per il 28 febbraio di ogni anno. L’incrocio tra tabelle di codici ATECO e classificazione del rischio Covid-19 previsto zona per zona (oggetto di variazioni periodiche) rende complicato avere un quadro stabile delle scadenze fiscali da rispettare e delle proroghe. Restano quindi fuori dal rinvio i titolari di partita IVA iscritti alla Gestione Artigiani e Commercianti. Cassa integrazione, scadenza delle domande: 31 ottobre 2020. In caso di prima iscrizione, limitatamente al primo anno, è possibile che l'Istituto invii una emissione differita, con scadenze successive a quella del 16 maggio (ad es. Quali sono le scadenze fiscali fissate al 16 novembre 2020? Scade il termine per l’invio dei Modelli Redditi (IRES – IRPEF – IRAP) 2020 relativi al periodo d’imposta 2019. Partendo dai versamenti dell’IVA del 16 novembre 2020, relativi sia ai contribuenti mensili che ai trimestrali, ed ai versamenti delle ritenute Irpef ed addizionali, la proroga si applica alle partite IVA con attività sospese, per effetto del DPCM del 3 novembre 2020, alle attività di ristorazione nelle zone rosse o arancioni, alle imprese che esercitano attività di cui all’allegato 2 del decreto Ristori-bis nelle zone rosse così come ad agenzie di viaggio, tour operator ed esercenti attività alberghiera. IVA, IRPEF, IRAP, contributi INPS e non solo: ecco come è cambiato il calendario fiscale alla luce delle sospensioni e delle proroghe degli ultimi mesi. Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018 La circolare numero 64 del 28 maggio 2020 l’Istituto aggiunge fa il punto su quanto previsto dagli interventi del Governo sulle scadenze rinviate. Il 10 luglio è prevista la scadenza del termine per il pagamento dei contributi INPS per i lavoratori domestici relativi al secondo trimestre 2020.. Scadenze fiscali luglio 2020: 16 Luglio. e proroga della ripresa dei versamenti sospesi; Soggetti interessati alla sospensione contributiva ai sensi dell’articolo 61 del decreto-legge n. 18/2020 e ss.mm.ii; Soggetti interessati alla sospensione contributiva ai sensi dell’articolo 78, comma 2-quinquiesdecies, del decreto-legge n. 18/2020 e ss.mmi.ii., introdotto dalla legge di conversione n. 27/2020; Contribuzione sospesa da versare al Fondo di Tesoreria; Committenti tenuti al versamento dei contributi alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge n. 335/1995; Aziende agricole assuntrici di manodopera; Lavoratori agricoli autonomi e concedenti a piccola colonia e compartecipazione familiare; Proroga della data di ripresa dei versamenti contributivi sospesi ai sensi dell’articolo 5 del decreto-legge n. 9/2020; Proroga della data di ripresa dei versamenti contributivi sospesi ai sensi dell’articolo 62, comma 2, del decreto-legge n. 18/2020 e ss.mm.ii; Proroga della data di ripresa dei versamenti contributivi sospesi ai sensi dell’articolo 18, commi da 1 a 5, del decreto-legge n. 23/2020 e ss.mm.ii; Proroga del periodo di sospensione delle attività dell’agente della riscossione (articolo 154 del decreto-legge n. 34/2020). Scadenze fiscali 16 novembre 2020: cosa resta in calendario dopo la proroga, Informazione Fiscale S.r.l. Fornito il calendario Poste: si comincia oggi 28 dicembre 2020. Tra gli adempimenti periodici del 16 di ogni mese ci sono i versamenti dell’IVA, le ritenute ed i contributi INPS e INAIL dovuti dai sostituti d’imposta. Si attendono tuttavia chiarimenti operativi da parte dell’INPS, considerando la poca chiarezza con la quale il decreto Ristori bis individua la platea dei beneficiari del rinvio. L’Istituto ha concluso le attività di rivalutazione delle pensioni e delle prestazioni assistenziali, propedeutiche al pagamento delle prestazioni previdenziali e assistenziali per l’anno 2021. Scadenza versamento 20 Agosto INPS fissi La scadenza per il versamento della seconda rata degli INPS fissi per artigiani e commercianti rimane invariata e non prorogata al 20 agosto 2020. Iscrizione ROC n. 31534/2018, Leggi l'informativa sulla Privacy | Redazione e contatti, Questo sito contribuisce all'audience di Su questo punto non ci sono dubbi: il decreto Ristori bis non prevede alcuna proroga per i piani di dilazione in essere. Nella circolare INPS del 18 dicembre 2020, n. 148, si descrivono le operazioni effettuate ed è riportato il calendario completo dei pagamenti per l’anno 2021. Network, Proroga INPS, le scadenze rinviate dalle misure del Governo per il Coronavirus. Le scadenze fiscali di novembre 2020 si concentrano principalmente nella seconda metà del mese. scadenza 730/2020 precompilato 2020: per tutti i contribuenti che utilizzano la dichiarazione precompilata dell'Agenzia delle Entrate ai fini della dichiarazione dei redditi 2020 la scadenza è stata proroga al 30 settembre 2020 per effetto del decreto Coronavirus. Non c’è la sospensione dei contributi fissi di artigiani e commercianti che per il momento restano ancorati alla scadenza del 16 novembre 2020. Ecco il dettaglio delle scadenze fiscali di dicembre 2020, comprensive di adempimenti e versamenti, accorpati giorno per giorno. 20 agosto). Le altre scadenze Sono queste le scadenze sulle quali interviene il decreto legge n.149 del 9 novembre 2020, collegando il rinvio dei termini alla classificazione del livello di rischio effettuata nel proprio territorio. Non tutte le scadenze fiscali del 16 novembre 2020 sono state ritoccate dal decreto Ristori-bis. 30/07/2020: Versamento INPS per la percentuale eccedente il minimale fisso saldo 2019 e 1° acconto 2020 con maggiorazione dello 0,40%: 30/07/2020: Versamento diritto camerale anno 2020 con maggiorazione dello 0,40%: 30/07/2020: Versamento INPS professionisti senza cassa saldo 2019 e 1° acconto 2020 con maggiorazione dello 0,40%: 30/07/2020 Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018 Pagamento pensioni Inps, anticipato per gennaio e febbraio 2021. INPS – Gestione separata – Versamento alla Gestione Separata dei contributi corrisposti su compensi erogati nel mese precedente a collaboratori coordinati e continuativi. L’Istituto ricapitola quali sono i destinatari interessati e fornisce le istruzioni da seguire e i termini da rispettare per le scadenze. Proroga INPS, le scadenze rinviate dalle misure del Governo per il Coronavirus, Informazione Fiscale S.r.l. Iscrizione ROC n. 31534/2018, Leggi l'informativa sulla Privacy | Redazione e contatti, Questo sito contribuisce all'audience di Scadenze fiscali per il 16 e 20 gennaio 2020: adempimenti Iva, Irpef, Inps e fattura elettronica Entro e non oltre il giorno 16 gennaio i possessori di partita Iva devono pagare i versamenti, relativi all’ Irpef, all’Inps e … - P.I. La legge di bilancio 2020 ha riconfermato l’APE Sociale, posticipandone il periodo di sperimentazione fino al 31 dicembre 2020. 1 Novembre 2020: scadenze fiscali; 2 Scadenze fiscali novembre 2020: Artigiani e Commercianti. In riferimento al 2020, la presentazione dei modelli, che fanno riferimento ai ricoveri del 2018, ha subito una proroga fino al 30 Marzo 2020. 37, comma 2, del decreto-legge n. 18/2020, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 27/2020) e attività di formazione degli avvisi di addebito. I contributi volontari INPS utili per la pensione e proroga delle scadenze sono validi ai fini pensionistici anche se pagati in ritardo. Il documento di prassi fa il punto sulle sospensioni delle misure economiche dell’esecutivo: il decreto Cura Italia e le modifiche della legge di conversione, il decreto Liquidità e il decreto Rilancio. Tra le tante scadenze posticipate ha previsto anche i contributi volontari INPS dovuti dal periodo dal 31 gennaio 2020 al 31 dicembre 2020. In base al calendario di rateizzazione applicato, entro il 16 novembre 2020 si dovrà pagare la sesta, quinta o quarta quota dovuta a titolo di Irpef, Ires, cedolare secca o altre imposte sostitutive. 2.1 Ultima rata Dichiarazione dei redditi; 2.2 Rata fissa contributi Inps; 2.3 Liquidazione Iva trimestrale; 2.4 Acconti per il 2020 della Dichiarazione dei redditi; 3 Scadenze fiscali novembre 2020: liberi Professionisti. Emergenza Coronavirus: Prorogate le scadenze fiscali e previdenziali del 16 marzo 2020. La seconda è relativa alle rate delle imposte sui redditi dovute da partite IVA, lavoratori dipendenti e pensionati. Due sono le date principali da segnare in agenda: il 16 e il 30 novembre 2020. SC04) e presentare la domanda, indicando i propri dati anagrafici, il codice fiscale, il tipo di attività svolta, l’inizio dell’attività, utilizzando i seguenti canali: La nuova proroga prevista dal decreto Ristori-bis rende necessario un lavoro di ricognizione sugli appuntamenti di metà mese. Con la circolare INPS 12 marzo 2020, n. 35 si forniscono le istruzioni sulla modalità e sui termini di presentazione della domanda per l’accesso all’anticipo pensionistico.. L’Inps ha comunicato il calendario per coloro che riscuotono le pensioni presso Poste Italiane. Scadenze 2020: bollo su fattura elettronica I contribuenti che adottano il Regime Forfettario per la propria Partita Iva sono esonerati dall’obbligo di fatturazione elettronica e possono pertanto continuare ad emettere fatture cartacee. Dopo le varie modifiche i soggetti interessati sono dunque i seguenti: La sospensione prevista inizialmente dal 2 marzo al 30 aprile è stata poi spostata in avanti al 31 maggio ed è infine stata rinviata al 16 settembre 2020 per effetto di quanto previsto dal decreto Rilancio. : 13886391005 Nella prima data, come di consueto sono presenti gli adempimenti IRPEF, IVA ed INPS dei sostituti d’imposta. Sui contributi dovuti sul minimale ci sono però diversi dubbi, e si attendono chiarimenti dall’INPS. INPGI – versamento – Versamento dei contributi previdenziali e assistenziali dei giornalisti relativi al mese precedente. Per i datori di lavoro che operano in zone rosse e che esercitano attività di cui all’allegato 2, è sospesa la scadenza di contributi e premi INAIL del 16 novembre 2020. - 10 dicembre 2020: Modello 770/2020, Invio CU 2020 anno d’imposta 2019 lavoratori autonomi, Modello Redditi PF, SP, SC, ENC e IRAP anno d’imposta 2019 Proroga INPS, l’Istituto aggiunge ulteriori istruzioni da seguire, ad integrazione dei precedenti documenti di prassi. : 13886391005 Articolo originale pubblicato su Informazione Fiscale qui: Versamento dell’IVA a debito tramite mod. Il pagamento, rispetto alle normali scadenze, sarà distribuito su più giorni 22 dicembre 2020 / C.F. Giovedì 10 Dicembre Il 10 dicembre è diventato uno fra gli appuntamenti principali del mese in virtù delle proroghe disposte dal Decreto Ristori Quater . I datori di lavoro che esercitano attività incluse nell’allegato 1 del decreto Ristori-bis non pagano i contributi INPS dovuti in riferimento al mese di ottobre, ma dovranno versare i premi INAIL. Attività di formazione degli avvisi di addebito e di notifica delle diffide di cui all’articolo 2, comma 1-bis, del decreto-legge n. 463/1983; Sospensione dei termini di prescrizione delle contribuzioni di previdenza e di assistenza sociale obbligatoria (art. Scadenze fiscali novembre: 30 Novembre 2020 Dichiarazione dei redditi 2020. Martedì 17/03/2020 … Con le modifiche della legge di conversione sono state inoltre incluse le librerie che non risultano ricomprese in gruppi editoriali gestite direttamente dalle stesse. A tale platea si sono aggiunte le imprese turistico-ricettive, le agenzie di viaggio e turismo e i tour operator. Restano inalterati i versamenti delle rate delle imposte sui redditi dovute da titolari di partita IVA, pensionati e dipendenti, così come la scadenza della terza rata dei contributi fissi per artigiani e commercianti. Il decreto Ristori-bis svuota il calendario delle scadenze fiscali di novembre 2020, intervenendo sugli appuntamenti in programma il giorno 16. Le sospensioni sono contenute in ognuna delle tre misure economiche dell’esecutivo: I documenti di prassi richiamati dall’INPS sono, invece, i seguenti: Il testo del documento INPS si articola come segue: La platea più numerosa della proroghe di cui si dà conto nella circolare INPS è forse quella prevista dall’articolo 61, comma 2, del decreto Cura Italia. Arriva un’altra proroga della cassa integrazione, questa volta con la nuova scadenza del 31 ottobre 2020. la proroga era già stata messa in evidenza nell’ultima circolare INPS. Sono queste le scadenze sulle quali interviene il decreto legge n.149 del 9 novembre 2020, collegando il rinvio dei termini alla classificazione del livello di rischio effettuata nel proprio territorio. / C.F. Indicazioni per i datori di lavoro privati e i committenti della Gestione separata. Proroga INPS, con la circolare numero 64 del 28 maggio 2020 l’Istituto aggiunge ulteriori istruzioni, a quelle già anticipate nei precedenti pronunciamenti, sulle scadenze rinviate dalle misure del Governo. e proroga della ripresa dei versamenti sospesi; Sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi ai sensi dell’articolo 61, comma 5, del decreto-legge n. 18/2020 e ss.mm.ii. Con il decreto 125 del 7 ottobre 2020 … A cura di Marta Marando Network, calendario delle scadenze fiscali di novembre 2020, contributi previdenziali ed assistenziali del 16 novembre 2020, contributi fissi di artigiani e commercianti, Scadenze fiscali 16 novembre 2020: cosa resta in calendario dopo la proroga. 37, comma 2, del decreto-legge n. 18/2020, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 27/2020) e attività di formazione degli avvisi di addebito; Calendario scadenze fiscali 2020 Quali sono le scadenze fiscali 2020 delle persone fisiche e delle imprese? Scadenze domande Indennità Covid 19 e chiarimenti pagamenti INPS. Articolo originale pubblicato su Informazione Fiscale qui: il decreto Cura Italia, convertito in legge; Sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi ai sensi dell’articolo 61, comma 2, del decreto-legge n. 18/2020 e ss.mm.ii. Facciamo quindi il punto sugli adempimenti del mese che “resistono” alla proroga prevista dal nuovo decreto economico. Non ancora sono note le modalità di versamento delle scadenze fiscali e previdenziali del 16 marzo 2020, ma con due comunicati stampa sia l’Agenzia delle Entrate che l’Inps rendono ufficiale lo slittamento termini. La prima riguarda artigiani e commercianti, che entro il 16 novembre 2020 dovranno effettuare il versamento della terza rata dei contributi fissi. Non tutte le scadenze fiscali del 16 novembre 2020 sono state ritoccate dal decreto Ristori-bis. L’obbligo di adempiere al versamento di IVA, ritenute e addizionali resta nelle zone gialle, a patto che l’attività esercitata non rientri tra quelle oggetto di sospensione ai sensi del DPCM del 3 novembre 2020.